Da Presidente a talismano: il Milan non ha mai perso quando segna Kessie

31.01.2021 19:30 di Redazione MilanNews Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Da Presidente a talismano: il Milan non ha mai perso quando segna Kessie

Siamo ai minuti di recupero. Il Bologna tenta l’assalto finale, il Milan è alle corde. La situazione sembrava tranquilla, la vittoria era scontata, ma l’episodio che ha portato al gol dell’1-2 ha cambiato tutto. Con la pressione costante di un Bologna indiavolato, alla fine i rossoneri riescono a liberare e rilanciano in avanti, affidandosi a Ibrahimovic. E il totem svedese risponde presente, le palle alte le prende tutte lui. I difensori rossoblù gli contendono il possesso, alla fine la palla viene messa in cassaforte. Che nel Milan ha un nome e cognome, Franck Yannick Kessie. Fa ordine, si libera della pressione e va alla bandierina. Ed il Presidente non si sposta, la difesa emiliana è costretta a fare fallo per riprendersi la sfera. Il fatto che il direttore di gara fischi punizione per i padroni di casa (Doveri, perché?!) non cancella il lavoro del 79, grazie al quale la squadra di Mihaijlovic non ha il tempo di ripartire e la partita finisce.

FONDAMENTALE. L’importanza di Kessie in questa squadra è evidente, e il suo rendimento diventa sempre più costante. Se ogni domenica venisse insignito del premio “Man of the match”, nessuno avrebbe da ridire. Dal dischetto poi è glaciale, anche a Bologna la sua freddezza dagli undici metri ha regalato i 3 punti al Milan. Visto anche il gran numero di penalty assegnati al Milan – perché il Diavolo crea tante occasioni, non per qualche favoritismo arbitrale come sostengono i più scettici – i numeri dell’ivoriano sono sempre più positivi: al Dall’Ara ha messo a segno il settimo gol stagionale, come nel 2018/19, la sua migliore stagione rossonera dal punto di vista realizzativo. La speranza del popolo milanista è che Franck continui a segnare, visto che i suoi gol portano sempre (o quasi) risultati ottimi per la squadra. Infatti, nelle 22 gare in cui si è iscritto al tabellino dei marcatori con la maglia rossonera, il Milan non ha mai perso, vincendo in 20 occasioni. Da Presidente a Talismano è un attimo, è il caso che Maldini e Massara comincino a discutere con i suoi agenti per il rinnovo.

Giovanni Picchi