Dybala-Milan: a parametro zero non è peccato. Pro e contro dell'eventuale operazione

29.06.2022 18:00 di Pietro Mazzara Twitter:    vedi letture
Dybala-Milan: a parametro zero non è peccato. Pro e contro dell'eventuale operazione
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Il nome di Paulo Dybala accostato al Milan continua a circolare e lo fa a ragion veduta. Perché il sondaggio per capire le condizioni economiche dell’argentino c’è stato. Non ha importanza chi lo abbia fatto, ma conta che il Milan si sia mosso su un campione a parametro zero. Uno di quei giocatori che ha dimostrato di poter fare la differenza, sicuramente in Italia. L’ex juventino è stato messo in forte standby da Marotta, che ha problemi di abbondanza in attacco in questo momento visto che Dzeko, Correa e Sanchez non sembrano intenzionati a lasciare Milano. E allora la Joya, indispettita, si guarda attorno anche se nessuno – ad oggi – gli ha proposto i soldi che chiede (ingaggio e commissione).

I PRO
Ovviamente l’aspetto economico è un fattore non di poco conto, specialmente al Milan dove c’è attenzione al monte ingaggi. Dybala chiede 7-7.5 netti all’anno, ma nessun club glieli ha messi sotto il naso. E allora, più passa il tempo e più l’ex 10 bianconero dovrà cercare di rivedere le proprie richieste salariali. Se lo farà, allora sarebbe quantomeno legittimo che il Milan provi a prenderlo. Perché si tratta di un campione, di un giocatore forte e che porta classe, entusiasmo, esperienza, gol e assist. Vero, sono legittimi i dubbi di chi parla delle sue condizioni fisiche e del rendimento avuto alla Juventus lo scorso anno, ma rigenerato da un nuovo ambiente, Dybala potrebbe essere un fattore determinante. Senza poi scordare l’arco narrativo di un suo eventuale passaggio al Milan…

I CONTRO
Di contro al paragrafo precedente c’è il rovescio della medaglia, ovvero quella serie di situazioni tali per cui Dybala farebbe venire dei dubbi. Già citata la parte dell’integrità fisica, qualcuno avanza i dubbi sulla sua reale collocazione tattica nel 4-2-3-1 di Pioli. Le obiezioni sono legate al fatto che possa interpretare in maniera dinamica il ruolo del 10 oltre alla paura di un eventuale “pacco” a tinte bianconere. Pensieri sparsi, tra i social e i gruppi whatsapp, che danno spunti di riflessione. Puntare su De Ketelaere, per età e prospettiva, forse sarebbe il piano ideale, ma la storia recente del Milan ci ha insegnato che servono anche degli “instant player” da inserire dentro la rosa per renderla più matura. Nulla è precluso e nulla è stato aperto ufficialmente, ma ragione su Dybala a parametro zero dentro un mercato strano e complesso, non è di certo un peccato.