ESCLUSIVA MN - Lodetti: "Leao mi piace molto, Suso va aiutato. Giampaolo? Paga sempre l'allenatore perchè non si possono mandare via 22 giocatori"

23.10.2019 17:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
© foto di Balti Touati/PhotoViews
ESCLUSIVA MN - Lodetti: "Leao mi piace molto, Suso va aiutato. Giampaolo? Paga sempre l'allenatore perchè non si possono mandare via 22 giocatori"

Per commentare il momento del Milan, la redazione di Milannews.it ha contattato in esclusiva Giovanni Lodetti, ex centrocampista rossonero. Con lui abbiamo commentato l'esonero di Giampaolo, l'arrivo di Pioli sulla panchina milanista e il rendimento degli attaccanti. 

Sig. Lodetti, cosa pensa dell'esonero di Giampaolo? E' d'accordo con la scelta della società?
"Non posso dire se è una scelta giusta o sbagliata. Dico solo che alla fine paga sempre l'allenatore perchè non si possono mandare via 22 giocatori".

Pioli può essere la persona giusta?
"Io sono fuori, non posso dare giudizi non essendo dentro alla squadra. Pioli è un bravo allenatore e gli auguro che sia aiutato maggiormente rispetto agli altri allenatori. Quando si cambia allenatore è perchè le cose non vanno bene, la speranza è che d'ora in poi le cose vadano meglio".

Leao è una delle poche note positive di questo inizio di stagione del Milan...
"Leao mi piace molto, è giovane e gioca bene. La gioventù in questo momento serve al Milan perchè almeno si cambia un po' l'aria. Quando ha giocato ha fatto sempre bene e poi credo che sia molto apprezzato anche dai tifosi".

Piatek si è finalmente sbloccato dopo il primo gol stagionale su azione contro il Lecce?
"Non era una questione di Piatek che non si sbloccava. Piatek va servito, è un centravanti. Non gli si può chiedere di fare tutto lui. Se gli dai tre o quattro palle gol da buttare dentro, prima o poi un gol te lo fa".

Chi invece sta faticando molto è Suso. Secondo lei come mai non sta rendendo come tutti si aspettano?
"Durante una stagione, possono capitare momenti negativi. Ci sono state anche voci di mercato che magari potrebbero aver condizionato il suo rendimento. Suso ha grandi qualità e prima o poi le farà vedere come ha fatto in passato. Da fuori non è facile capire certe situazioni, vanno vissute da dentro, però credo sia giusto aiutare il giocatore e non buttarlo giù. Se l'allenatore fa giocare Suso è perch secondo lui merita di giocare".