Gazzetta - Milan, preso Krunic: è il primo colpo di Maldini e Boban. Ora obiettivo Sensi: il Sassuolo propone uno scambio con Cutrone

13.06.2019 07:57 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Gazzetta - Milan, preso Krunic: è il primo colpo di Maldini e Boban. Ora obiettivo Sensi: il Sassuolo propone uno scambio con Cutrone

La nuova coppia composta da Paolo Maldini e Zvonimir Boban ha chiuso il primo colpo di mercato del nuovo Milan: ieri i rossoneri hanno infatti acquistato Rade Krunic dall'Empoli. Tutto fatto, documenti già firmati, con i due ex milanisti che hanno partecipato all'incontro decisivo con il club toscano. Lo riferisce questa mattina La Gazzetta dello Sport che spiega che si tratta di un'operazione chiusa a 8 milioni di euro più bonus e un contratto di quattro anni per il centrocampista bosniaco. 

OK DI GIAMPAOLO - Krunic sembrava essere ad un passo dal Genoa, ma alla fine ci ha pensato il nuovo dt milanista, Paolo Maldini, a dare l'accelerata finale e a strapparlo ai rossoblù. Il Milan lo seguiva da tempo e nei giorni scorsi è arrivato anche il gradimento di Marco Giampaolo, futuro tecnico rossonero. Il nuovo Milan si è quindi mosso e ha chiuso il suo primo colpo per rinforzare il reparto che ha più bisogno di innesti visto che ci sono già state diverse partenze (Bakayoko, Montolivo, Bertolacci e José Mauri). Krunic risponde tra l'altro all’identikit di giocatori che vuole Elliott, cioè giovani con ottime potenzialità che potranno diventare grandi con la maglia del Diavolo.

OBIETTIVO SENSI - L'arrivo del bosniaco non esclude comunque quello di Stefano Sensi, che è il prossimo obiettivo dei rossoneri per il centrocampo. L'interesse del Milan è noto, lo sa bene anche il Sassuolo che avrebbe proposto uno scambio tra il giovane regista e Patrick Cutrone. Da capire però quale sarebbe eventualmente la valutazione dell'attaccante e soprattutto se Giampaolo vorrà sacrificarlo. In alternativa, i neroverdi potrebbero essere interessati anche a Calabria e Plizzari, ma anche in questo caso valgono gli stessi discorsi fatti per Cutrone.