Il Milan, la partita con Raiola e il rischio di perdere Gigio a costo zero: serve un ingaggio da top player

28.01.2020 11:55 di Salvatore Trovato   Vedi letture
Il Milan, la partita con Raiola e il rischio di perdere Gigio a costo zero: serve un ingaggio da top player

Mino Raiola ha sganciato la bomba. E questa non è certo una novità. Ma stavolta bisogna davvero correre, perché il rischio di perdere Donnarumma a costo zero è concreto. Gigio ha un contratto fino al 2021 e il suo agente è stato chiaro: "Andiamo avanti per gli altri due anni, non voglio creare alcun tipo di polverone". Ok, ma il rinnovo? Perché Raiola non ha parlato di prolungamento?

INGAGGIO TOP - "Aspetto ancora le scuse di quei tifosi che mi hanno offeso e minacciato perché poi le cose sono andate come dicevo io". Mino, con la solita maestria, ha aggirato la questione spostando l’attenzione sull’aspetto mediatico, sul rapporto con il popolo milanista. Ma è possibile convincere il manager di Donnarumma? Certo, ma bisogna alzare la posta. Come riporta Tuttosport, per smuovere Raiola c’è bisogno di una proposta di rinnovo da almeno 7 milioni di euro netti a stagione. Insomma, uno stipendio da top player per uno dei migliori portieri al mondo.

VIA A COSTO ZERO - Come detto, il timore del Milan è quello di perdere il giocatore a parametro zero tra un anno. Senza rinnovo, infatti, Raiola potrebbe avviare le grandi manovre per trovare una nuova squadra al suo assistito, il quale, dal canto suo, non ha mai espresso la volontà di lasciare Milanello. Ma è chiaro che se la trattativa non dovesse andare a buon fine, Gigio non potrebbe far altro che assecondare il suo rappresentante.