L'insostituibile Kjaer, colonna portante del Milan di oggi e di domani

01.12.2020 14:00 di Nicholas Reitano  Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
L'insostituibile Kjaer, colonna portante del Milan di oggi e di domani

Prendete il vostro telefono in mano, aprite Instagram, cercate il profilo del Milan, pigiate su una foto qualsiasi con ritratto Simon Kjaer ed aprite i commenti. Vedete dei messaggi negativi? No. Allora provate a scorrerne altri… trovati? Non credo. Ormai il nativo di Horsens è diventato un idolo indiscusso tra i sostenitori del Diavolo. Il motivo? Le ha giocate praticamente tutte da gennaio ad oggi – tranne con Verona (per influenza), Fiorentina e Genoa (per la rottura di una fibra muscolare) e nella trasferta di Ferrara (in panchina per rifiatare) – senza sbagliarne una, con una carta d’identità in tasca che segna trentuno, ma che, ormai, non conta più.

SICUREZZA – Qualcuno sui social lo ha soprannominato “Il muro danese”, forse è un po’ banale, ma ritrae perfettamente quello che è diventato un leader al Milan ed un capitano in Nazionale. Kjaer è diventato una garanzia, una colonna portante di questo Milan. Pioli lo sa, e continua a puntarci, senza concedergli minuti di pausa. Anche perché il numero 24 rossonero è stato in grado di far maturare i colleghi Gabbia e Romagnoli, soprattutto nelle partite decisive, e di rendere il Milan la terza miglior difesa del campionato.

FUTURO – Kjaer è stato fortemente voluto da Maldini e sicuramente resterà in rossonero per i prossimi anni. È diventato senza ombra di dubbio un pilastro del club. La società ha dichiarato pubblicamente che è alla ricerca di un difensore bravo nell’uno contro uno, e questa potrebbe essere una chiave di lettura che dimostra che la società di via Aldo Rossi punta fortemente ad affiancare a Simon un nuovo collega. Ma Romagnoli domenica ha iniziato a soffiare su questa fiammella accesa da tempo, ma dovrà essere comunque capace di convincere la società entro gennaio. Kjaer, nel frattempo, resta lì: insostituibile.