LIVE MN - Pioli: "In 40 giorni ci giochiamo tutto. Ibra sta meglio, per Musacchio stagione finita"

21.06.2020 14:16 di Manuel Del Vecchio Twitter:    Vedi letture
LIVE MN - Pioli: "In 40 giorni ci giochiamo tutto. Ibra sta meglio, per Musacchio stagione finita"

Tra pochi minuti Stefano Pioli tornerà a parlare in conferenza stampa da Milanello, appuntamento fisso alla vigilia delle partite di campionato. Segui con MilanNews.it tutte le dichiarazioni dell'allenatore rossonero, sul nostro sito e sulla nostra app.

Vigilia di Lecce-Milan. A Firenze siamo stati ad un passo della vittoria, poi la sconfitta con il Genoa. Contro il Lecce dobbiamo tornare alla media di prima: “Deve essere il nostro obiettivo. Se il campionato non fosse stato ripreso la nostra sarebbe stata una stagione di rimpianti, ma ora invece abbiamo 12 partite per raggiungere l’Europa. Dobbiamo rincorrere e dobbiamo farlo bene ed il prima possibile, domani riprendere con una vittoria sarà molto importante perché in 40 giorni ci giochiamo tutti. Abbiamo rimpianti per la Coppa Italia, soprattutto per la partita d’andata. Un po’ per demerito nostro e un po’ per certe decisioni”.

Da Milan-Lecce a Lecce-Milan, si sente un po’ in credito? “Io credo che le somme vadano tirate alla fine, ma i punti che si hanno in classifica sono quelli che ti sei meritato. In diverse occasioni avremmo meritato risultati diversi, ma questo vuol dire che in alcuni aspetti siamo stati carenti. Se non si vince si impara, e mi auguro che abbiamo imparato tanto e di non ripetere certi errori”.

Sul pubblico: "Le porte chiuse influiscono in maniera negativa su tutti. I tifosi sono il calcio, non avremo più adrenalina e dovremo trovarla dentro di noi. Ma era l'unico modo per ricominciare. Faccio i complimenti a Gravina per come ha gestito la situazione e per averci permesso di tornare a giocare".

Mentalmente la squadra come sta? "È inevitabile pensare che sarà un altro campionato, è una situazione impensabile. La squadra è concentrata e motivata. Puntavamo molto sulla Coppa Italia ed è un dispiacere essere usciti così, ci abbiamo provato fino alla fine. Siamo il Milan, dobbiamo dare il massimo sempre. Ho visto una squadra concentrata e domani mi aspetto una squadra determinata".

È complicato isolarsi dalle voci sul futuro? "Per quanto mi riguarda no, ma credo sia lo stesso per i giocatori. Siamo professionisti, soprattutto perché mancano 40 giorni non possiamo farci distrarre. Abbiamo un grande obiettivo da rincorrere, la nostra posizione in classifica non rispecchia le nostre qualità e abbiamo la possibilità di dimostrarlo. Poi chi dovrà decidere deciderà, ma non si decide mai da soli. Deciderò anche io".

Il futuro di Pioli passa da questi 40 giorni? "Il futuro di tutti gli allenatori passa da questi 40 giorni, tutti possono essere in discussione. Viviamo di risultati".

Come sta Ibra? Come stanno Musacchio e Duarte? "Sono i 3 giocatori che non saranno convocati. Ibra sta meglio, avrà un altro controllo la prossima settimana. Sta lavorando con grande dedizione ed impegno ma non so ancora quando potrà rientrare. Per Musacchio purtroppo la stagione credo che possa essere terminata, si portava dietro questo problema da diverso tempo. Duarte potrebbe essere disponibile per la prossima gara".

Sul problema del gol: "Non siamo il quarto peggiore attacco del campionato non perché non abbiamo creato, ma perché abbiamo una delle percentuali di realizzazione più basse. Dobbiamo migliorare in questo. Saranno gli episodi a fare le differenze, fare un gol in più sarà sempre più determinate. Dobbiamo migliorare questo dato".

Sulla classifica: "Oggi non siamo in Europa, ma anche se lo fossimo può cambiare tutto in 40 giorni. Sarebbe un peccato terminare la stagione in questa posizione, dobbiamo riprenderci velocemente. Non abbiamo un calendario facile ma abbiamo dimostrato di potercela giocare con chi ci sta davanti. Abbiamo dimostrato di avere qualità e sacrificio, domani è una partita molto importante".

Su Leão, Colombo e Maldini: "Che io voglia di più da Leao sicuramente sì. Deve essere più consapevole delle sue potenzialità. Colombo è molto giovane ma ha belle qualità, come Daniel. Abbiamo giovani di prospettiva che hanno qualità e potenzialità per essere giocatori da Milan. Ci sono delle buone caratteristiche sulle quali lavorare".

Sulla vicinanza della proprietà: "La presenza della società non è mai mancata. Gazidis è sempre stato poco presente a Milanello perché ha altre mansioni, poi certo che la sua presenza non può che far piacere".

Su Zanardi: "Grande in bocca al lupo a Zanardi perché ha dimostrato di essere un uomo vero e un grande sportivo e spero possa superare anche questa".

14.16 - Termina qui la conferenza stampa di Stefano Pioli.