Milan, 4 giocatori in scadenza nel 2021: in estate bisognerà fare il punto sul futuro

26.02.2020 18:00 di Manuel Del Vecchio Twitter:    Vedi letture
Milan, 4 giocatori in scadenza nel 2021: in estate bisognerà fare il punto sul futuro

Al termine di questa stagione saranno quattro i giocatori rossoneri che entreranno nel loro ultimo anno di contratto: parliamo di Gianluigi Donnarumma, Hakan Calhanoglu, Mateo Musacchio e Ante Rebic. Andiamo ad analizzare ogni situazione nel dettaglio.

DONNARUMMA – Senza inutili giri di parole, Gianluigi Donnarumma è uno dei pochi giocatori insostituibili in questo Milan e di sicuro quello con il valore di mercato più alto in rosa. Con soli 12 mesi di contratto rimanenti però gli scenari non sarebbero proprio favorevoli ai rossoneri: Raiola porterebbe offerte al ribasso e in caso di scontro potrebbe anche puntare alla scadenza. Perdere Gigio ad una cifra bassa, o addirittura a zero, sarebbe una follia. Il rinnovo deve essere una priorità assoluta per la dirigenza rossonera, anche solo per poter monetizzare al massimo su di lui nel caso Raiola dovesse essere irremovibile sul voler cambiare aria.

REBIC – Il croato è sicuramente la rivelazione di questo 2020, andando a segno 7 volte in appena due mesi fra Serie A e Coppa Italia. Ante è arrivato in estate dall’Eintracht Francoforte con la formula del prestito biennale, quindi a giugno 2021 scadrà il suo contratto con il Milan: se l’ex Fiorentina (che ha una percentuale del 50% su una futura rivendita del giocatore) dovesse continuare così allora la dirigenza rossonera avvierà le trattative per portarlo a Milanello a titolo definitivo. Il giocatore per ora è perfettamente concentrato sul campo, rimandando all'estate ogni possibile discorso per il riscatto.

CALHANOGLU – Nella sua avventura rossonera il turco ha avuto periodi di alti e bassi, ma è risultato sempre indispensabile per i vari allenatori che si sono succeduti sulla panchina del Diavolo grazie al suo grande attaccamento alla maglia e per il suo impegno, dando sempre fino all’ultima goccia di sudore in campo. In passato ci sono state sirene tedesche e Hakan non ha mai nascosto il suo apprezzamento per la Bundesliga, ma anche per lui è necessario il rinnovo di contratto per non perderlo a cifre irrisorie. Calhanoglu in ogni caso si trova bene al Milan e con Pioli sta finalmente giocando nella sua posizione preferita. Il turco è un giocatore polivalente e forte tecnicamente, di quelli che piacciono sempre tanto ai tecnici per dedizione e duttilità: anche se Pioli dovesse andar via Calhanoglu potrebbe comunque ritornare utile, e anche l’età è dalla sua parte.

MUSACCHIO – Anche Mateo, come Hakan, è uno di quei giocatori che ha sempre dato tutto per la maglia rossonera, mai una parola fuori posto e ha sempre accettato le decisioni dell’allenatore, anche quando è stato per diverso tempo in panchina. Nell’ultimo periodo, complici anche diversi fastidi muscolari da cui non ha recuperato al 100%, l’argentino è stato scavalcato nelle gerarchie da Kjær e Gabbia. In estate bisognerà fare il punto sul suo futuro: la società dovrà tener conto che perdere l’ex Villareal vorrebbe dire tornare sul mercato per cercare un difensore esperto che offra un rendimento adeguato e che sia totalmente dedito alla causa, senza ovviamente spendere cifre da capogiro.