Milan, adesso tocca a Dest: a Londra già la prima occasione da sfruttare

03.10.2022 14:00 di Filippo D'Angelo   vedi letture
Milan, adesso tocca a Dest: a Londra già la prima occasione da sfruttare
MilanNews.it
© foto di DANIELE MASCOLO

La trasferta di Empoli è stata dai due volti per il Milan. Se da un lato la formazione rossonera ha ottenuto un successo straordinario, riprendendo il controllo della sfida del Castellani al novantaquattresimo minuto grazie al gol di Ballo-Touré e chiudendo tutto al novantasettesimo con Leao, dall’altro però ha dovuto fare i conti con tre infortuni in serie che peseranno tanto sulla rosa.

OCCASIONE DEST - Chi ha dato forfait è stato anche il capitano Davide Calabria, che ha rimediato un problema al flessore e che proprio in giornata si sottoporrà a nuovi esami strumentali per approfondire l’entità dell’infortunio. La sensazione è che il numero due rossonero, così come Saelemaekers, tornerà in campo alla ripresa dopo la sosta per il Mondiale nel 2023. Ad Empoli a sostituire il classe ‘96 è stato Kalulu anche se, considerato l’infortunio subito da Kjaer sempre la stessa notte, dalla trasferta di Londra in poi il francese tornerà a fare il centrale insieme a Tomori. Di conseguenza contro il Chelsea a completare la difesa rossonera sarà Sergino Dest, che potrà sfruttare l’occasione di giocare la prima da titolare in stagione con la maglia del Milan.

LONDON CALLING - Il giocatore americano non ha brillato nelle uscite recenti, in primis quella di San Siro contro il Napoli, ma ha tutte le carte in regola per smentire le critiche e trovare una discreta continuità. L’impiego del classe 2000, al momento, è infatti stato abbastanza relativo dato che ha giocato complessivamente 107’ fra Serie A e Champions League. Un minutaggio misero per allestire processi e scartare dopo neanche un mese un giocatore di prospettiva. Dest ha pagato soprattutto una condizione fisica non ottimale, su cui ha inciso e non poco il fatto di non aver praticamente giocato poco nell’ultima stagione anche causa infortunio. Adesso, l’americano è chiamato a confermare le proprie qualità e potrà ritagliarsi tranquillamente il suo spazio al Milan. La prima call sarà in programma fra due giorni a Stamford Bridge e non ci saranno più margini d’errore.