Milan, Maignan garantisce qualità a costi non elevati: per lui 60 parate in 22 partite di Serie A giocate

10.03.2022 14:00 di Antonio Tiziano Palmieri   vedi letture
Milan, Maignan garantisce qualità a costi non elevati: per lui 60 parate in 22 partite di Serie A giocate
MilanNews.it
© foto di DANIELE MASCOLO

Mike Maignan, nato in Guayana Francese il 3 luglio 1995, è arrivato al Milan verso la fine di maggio dell’anno scorso, con il non semplice compito di rilevare la titolarità dei pali rossoneri dopo il mancato rinnovo di Gianluigi Donnarumma. Il portiere ex Lille però, fin da subito ha dimostrato una forte personalità in campo, ambientandosi immediatamente a Milanello sia con i compagni che con i tifosi. Maignan è amato dal pubblico e gode della fiducia della società e del tecnico Stefano Pioli. Queste ultime condizioni sono necessarie per far sì che un estremo difensore, per il ruolo delicato che ricopre, renda al meglio. Maignan – fatto salvo per l’uscita sbagliata nel match contro la Salernitana che ha portato alla rete di Federico Bonazzoli – ha sempre garantito qualità, rassicurando i compagni che a turno si sono alternati a giocare al centro della difesa. Dato il costo del cartellino non elevatissimo (Maignan guadagna 2,8 milioni di euro a stagione) e dato il non eccessivo prezzo pagato dalla società di via Aldo Rossi per prelevarlo dal Lille (14 milioni di euro), l’investimento sul giocatore può definirsi riuscito. Maignan garantisce un buon rendimento a fronte di spese non folli.

I NUMERI STAGIONALI

Fino a questo momento Maignan ha giocato 22 partite in Serie A, subendo 19 reti, ed effettuando – come riportato sul sito della Lega Serie A – ben 60 parate, vale a dire 2,73 salvataggi a partita. In totale per ora sono 28 i match disputati con i rossoneri, con 27 reti al passivo. I numeri sono positivi, ma aldilà di questo, ciò che più impressiona del portiere francese è la personalità e il carisma che dimostra in campo. La scelta fatta la scorsa primavere di puntare su di lui per il futuro è stata una scelta azzeccata, anche perché adesso Maignan ha già raddoppiato il suo valore rispetto alla cifra che il Milan ha pagato per acquistarlo.