Milan, numericamente la difesa ha bisogno di rinforzi. Maldini lavora al colpo

01.07.2022 14:00 di Antonio Tiziano Palmieri   vedi letture
Milan, numericamente la difesa ha bisogno di rinforzi. Maldini lavora al colpo
MilanNews.it

Conclusa la vicenda riguardante i prolungamenti di contratto di Paolo Maldini e Ricky Massara, ora in casa Milan si guarda con più serenità al futuro prossimo, ossia al calciomercato che inizia ufficialmente oggi. Da un fenomeno nel ruolo di difensore quando giocava, cioè lo stesso Maldini, al rinforzo (o ai rinforzi) per il reparto arretrato da mettere a disposizione del tecnico Stefano Pioli. Ecco le strategie che la dirigenza rossonera ha in mente per la difesa.

BOTMAN SFUMATO, ROMAGNOLI È SVINCOLATO, GABBIA VERSO IL PRESTITO

Sappiamo che il grande piano di Maldini era quello di portare in rossonero l’olandese Sven Botman. Sfumato lui, finito al Newcastle, c’è da cercare un’alternativa. Nel frattempo oggi il capitano Alessio Romagnoli è ufficialmente senza contratto. Si svincola dal Milan anche se le ultime notizie ci dicono che ci sia qualche chance di rinnovo, a cifre più contenute rispetto alle attuali e con un ruolo non di titolare inamovibile. Staremo a vedere cosa succederà in questo senso. Poi c’è la questione Matteo Gabbia. Sul centrale di Busto Arsizio c’è la Sampdoria. I blucerchiati lo vogliono in prestito e stanno discutendo con il Milan se inserire l’obbligo o solo il diritto di riscatto.

CHI POTREBBE ARRIVARE

Numericamente la difesa ha bisogno di essere rimpolpata dato che i soli Fikayo Tomori, Pierre Kalulu e Simon Kjaer non possono bastare per affrontare la lunga stagione che attende il Milan. Un colpo verrà fatto sicuramente, ma non è da escludere anche l’arrivo di un giovane di belle speranze da far crescere, tipo Kalulu due anni fa. In questo senso il nome che ad oggi è in pole position è quello di Abdou Diallo (di piede mancino) del PSG. Diallo il Milan lo aveva cercato già a gennaio, quando però lo lasciò perdere dato che era impegnato in Coppa d’Africa. L’altro nome è quello del compagno di squadra, Thilo Kehrer (di piede destr). Entrambi i giocatori sono dei centrali, ma spesso e volentieri hanno fatto anche i terzini nell’ultima stagione. In casa Milan si continua a lavorare, nel segno della continuità, nel segno di Maldini.