MN - Conferme sul passivo: -96,4 e trend in netto miglioramento. L'approfondimento

27.09.2021 17:54 di Pietro Mazzara Twitter:    vedi letture
MN - Conferme sul passivo: -96,4 e trend in netto miglioramento. L'approfondimento
MilanNews.it
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Era nell’aria da mesi, le indiscrezioni di Calcio e Finanza hanno dato un primo volto al passivo di bilancio del Milan per la stagione 2020-21 e le conferme arrivate a MilanNews.it dicono che l’esercizio contabile si è chiuso, effettivamente, con un passivo di 96,4 milioni, in nettissimo miglioramento rispetto a quello della stagione 2019-20, quando i revisori dei conti sottolinearono una perdita complessiva pari a -194,6 milioni.

MIGLIORAMENTO NETTO -  Appare evidente che riportare le perdite a due cifre è un segnale di un trend in netto miglioramento, con il bilancio 2020-21 che ha subito totalmente l’impatto del Covid tra stadi chiusi e altre attività accessorie che hanno privato il Milan di altri incassi che avrebbero potuto far alleggerire ulteriormente la cifra. Da sottolineare come il miglioramento dei conti sia andato di pari passo con quello della squadra, che ha ottenuto il secondo posto e la relativa qualificazione alla fase a gironi della Champions League.

NO DEBITI – Il Milan continua ad essere una società a non avere debiti “tradizionali” con le banche così come non ha debiti obbligazionari. Un segnale di solidità economica da parte dell’azionista di maggioranza che nel corso dell’ultima sessione di calciomercato ha avallato spese per i cartellini pari a 70 milioni di euro.

STADIO – Per cercare di migliorare ulteriormente questi conti, che viste le numerose partnership sottoscritte non potranno che migliorare, sarà però necessario avere uno stadio nuovo, all’avanguardia e funzionale. Solo così, con una nuova fonte di ricavi che può essere sfruttata sette giorni su sette ci potrà essere quell’ulteriore salto di qualità a livello economico e, di conseguenza, di investimenti sulla squadra che potrà far diventare ancora più competitivo il Milan in Italia e, soprattutto, in Europa.