MN - Ipotesi tagli dal 10% al 30% degli stipendi: ecco i possibili impatti sul monte ingaggi del Milan

25.03.2020 19:00 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
MN - Ipotesi tagli dal 10% al 30% degli stipendi: ecco i possibili impatti sul monte ingaggi del Milan

Uno dei temi di discussione che c’è in atto tra le istituzioni del nostro calcio è quello legato agli stipendi dei calciatori. Con la sospensione di tutte le attività, sportive e lavorative, i giocatori non stanno fornendo le loro prestazioni alle rispettive aziende e qui sta l’inghippo: si deve continuare ad elargire lo stipendio come previsto dai contratti oppure si deve interrompere il pagamento visto che non si sta giocando? Il dibattito è aperto e ci sarà molto di cui discutere. Una delle ipotesi al vaglio è quella della riduzione del 30% degli emolumenti dei calciatori qualora si arrivasse allo stop. Bene, prendendo per buona questa ipotesi, che impatto avrebbe sul monte salariale del Milan? Vediamolo.

SFORBICIATA IMPORTANTE -  Prendendo i singoli stipendi dei calciatori, e facendo i dovuti calcoli, qualora entrasse in vigore il taglio del 30% (ribadiamo che si tratta di un’ipotesi), verrebbero tagliati 12,9 milioni netti dagli stipendi dei calciatori. Una somma che andrebbe a raddoppiare se venisse considerata al lordo, che poi è il dato che più pesa sulle casse societarie visto che il Milan, come azienda, è tenuta a versare le imposte allo stato sugli stipendi dei suoi dipendenti.

SECONDO SCENARIO – Anche nel momento in cui il campionato dovesse riprendere (ad oggi difficile vista la situazione sanitaria in tutta la nazione), l’idea dei club è quella di poter esercitare comunque un taglio sugli emolumenti da versare ai giocatori, tenendo conto che questi non potranno fornire a pieno la loro prestazione (situazione prevista anche nelle norme del codice civile). Se dovesse passare questa ipotesi – che è quella che tutti si augurano, perché vorrebbe dire tornare a giocare in sicurezza – allora il taglio al lordo sarebbe di circa 9 milioni. Nelle prossime riunioni tra società e AIC verranno prese le decisioni del caso, ma quelle che vi abbiamo illustrato nelle righe precedenti sono due delle proiezioni in base alle percentuali di taglio che sono emerse nei giorni scorsi.