Pilasto della difesa, leader e punto di riferimento: Simon Kjaer è la certezza da cui prendere esempio

20.10.2021 20:00 di Gianluigi Torre Twitter:    vedi letture
Pilasto della difesa, leader e punto di riferimento: Simon Kjaer è la certezza da cui prendere esempio
MilanNews.it
© foto di Image Sport

Nella durissima serata di Tomori e delle grandi difficoltà di Calabria e Ballo-Tourè, la difesa rossonera si aggrappa a Simone Kjaer. Il difensore danese, che in questo avvio di stagione ha trovato meno spazio rispetto al solito anche per una questione di rotazioni, nel match di ieri sera contro il Porto è stato ancora una volta tra i migliori i campo. Le prestazioni contro Liverpool e Atletico non sono state solo un caso: il classe '89 è diventato un certezza per Mister Pioli e, se la condizione fisica non lo tradisce, per l’allenatore rossonero sarà veramente difficile prendere la decisione di lasciare Simon in panchina. L'esperienza e la freddezza di Kjaer, ancora una volta, sono risultate fondamentali per una squadra ancora troppo giovane e acerba per affrontare un match così importante, con pressioni così grandi.

CHE PRESTAZIONE! - Come detto in precedenza, Simon Kjaer è stato il migliore in campo tra i rossoneri. I suoi compagni si appoggiano a lui nei momenti di difficoltà e, da vero leader, si fa trovare sempre pronto. Ovviamente la brutta serata da parte della maggior parte dei ragazzi schierati in campo da Mister Pioli, ad un certo punto, non ha giovato al difensore danese che, dopo un primo tempo perfetto sotto tutti i punti di vista, nella seconda parte del match risulta anche meno lucido e commette diversi errori in fase di impostazione, uno dei suoi punti di forza. Ma è giusto una virgola su una prestazione di altissimo livello.

ORA IL RINNOVO – È vero, ci sono situazioni più difficili da sistemare per la dirigenza e rossonera – come i rinnovi di Franck Kessiè e Alessio Romagnoli – ma anche la situazione contrattuale di Simon Kjaer è un discorso da chiudere il prima possibile. Il difensore danese ha dichiarato recentemente di essere sempre a disposizione di Maldini e Massara per risolvere un rinnovo importante, soprattutto per il ruolo che Simon ha all'intero dello spogliatoio e sul campo. Il nativo di Horsens è diventato una delle colonne importanti del Milan, affermandosi anche in ambito europeo sia con la maglia rossonera, sia con nazionale danese, raggiungendo la semifinale di Euro2020. E i duro lavoro dimostrato in queste tre stagioni con il Milan l’hanno portato ad essere candidato, meritatamente, al Ballon d’Or.