Pioli a Sky: "Queste le gare più difficili, prima volta senza Kjaer, Isma e Ibra. Siamo una squadra vera"

06.12.2020 23:03 di Matteo Calcagni Twitter:    vedi letture
Pioli a Sky: "Queste le gare più difficili, prima volta senza Kjaer, Isma e Ibra. Siamo una squadra vera"
MilanNews.it
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Stefano Pioli è stato intervistato da Sky Sport nel postpartita di Marassi.

Sulla squadra: "Gli ho detto che siamo una squadra vera. La qualità migliore di questo gruppo è che sfrutta tutte le situazioni, anche quelle negative, per dimostrare il loro valore. E' la prima volta che giochiamo senza Kjaer, Bennacer e Ibra, sono tre giocatori molto importanti. Gli ho fatto i complimenti, vogliamo vincere tutte le partite, sappiamo che non sarà possibile, ma dobbiamo avere entusiasmo per affrontare ogni singola gara".

Sull'esultanza dopo il gol di Castillejo: "Per fortuna loro corrono più forte di me. Pensavo avessimo chiuso la partita, ho sbagliato. Purtroppo il gol subito ci ha complicato la gara. Viviamo per dare il massimo ogni giorno, è giusto festeggiare ed esultare. Queste partite sono quelle più difficili, venivamo dall'Europa League, abbiamo preparato la gara solo ieri. Siamo un obiettivo per tante squadre, è giusto essere soddisfatti e che i ragazzi prendano i complimenti".

Sul gruppo: "Oggi avevamo in campo una squadra giovanissima, i giocatori continuano a sorprendermi per la maturità. Cerchiamo di vivere bene questo momento, è inutile pensare troppo al passato o al futuro, dobbiamo provare ad insistere sulle situazioni che possono darci dei vantaggi".

Sull'assenza di Ibra: "Tutti sappiamo quanto Zlatan ci ha fatto crescere, ci auguriamo di averlo in campo il prima possibile, così vale per Kjaer. Ogni singolo giocatore ha messo del suo per farci crescere. Più siamo e meglio è. Poi senza i giocatori di qualità è difficile vincere, vinciamo perchè abbiamo giocatori forti, ma ce li hanno anche le altre squadre e soffriamo".

Sui gol subiti: "Dobbiamo stare più attenti sui calci piazzati, paghiamo un po' perché non abbiamo tanti centimetri. Dovevamo cercare di più con i terzini di entrare dentro il campo, abbiamo attaccato troppo la profondità, potevamo rientrare a rifiatare un po'".

Sul paragone col City e Guardiola: "Io avrei preferito avere ancora un po' di capelli (ride ndr). Cerchiamo di mettere in difficoltà gli avversari e trovare più soluzioni possibili. Ogni avversario ci pone difficoltà diverse, dobbiamo affrontarle con qualità".

Sulle avversarie in campionato: "Le squadre forti stanno arrivando, sono lì. Noi stiamo facendo un percorso eccezionale. L'Inter, la Juve e il Napoli sono le squadre più attrezzate. Inter e Juventus non possono non essere considerate le favorite, così come il Napoli. Non dobbiamo pensare a questo, continuare a lavorare così e continuare a crescere".

Sul mercato di gennaio: "Ho un rapporto col club continuo, c'è condivisione di tutto. Sono concentrato ad allenare questa squadra, abbiamo ampi margini di miglioramento, il mio obiettivo è far crescere questi giocatori. Poi se la società potrà interverrà a gennaio, è un mercato particolare. Abbiamo partite importanti, siamo concentrati su questo".