Prima la Samp, poi la Juve: Gattuso farà ruotare i suoi. Higuain unica certezza in attacco, diversi cambi in difesa

11.01.2019 12:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:   articolo letto 29565 volte
© foto di PhotoViews
Prima la Samp, poi la Juve: Gattuso farà ruotare i suoi. Higuain unica certezza in attacco, diversi cambi in difesa

Tra domani e mercoledì, il Milan è atteso da due impegni fondamentali per la sua stagione: i rossoneri saranno infatti impegnati prima contro la Sampdoria in Coppa Italia, che è uno degli obiettivi stagioni del Diavolo, e poi volerà in Arabia Saudita per giocarsi un trofeo, cioè la Supercoppa italiana contro la Juventus. Il 2019 del Milan si apre quindi con due partite che potrebbero lasciare il segno sull'annata milanista.

ROTAZIONI IN DIFESA - Essendo due partite ravvicinate, ma altrettanto importanti, Rino Gattuso dovrà fare delle rotazioni, senza però diminuire la competitività della sua squadra: lo riferisce questa mattina Tuttosport che spiega che in porta giocherà Reina contro la Sampdoria, mentre toccherà a Gigio Donnarumma difendere i pali della porta rossonera contro la Juventus a Gedda. Anche in difesa ci saranno dei cambiamenti nelle due sfide: a destra, per esempio, spazio domani dal primo minuto a Conti, il quale lascerà invece il campo a Calabria in Supercoppa. Capitan Romagnoli giocherà entrambi i match, ma con due partner diversi: Musacchio contro la Samp e Zapata contro la Juve. A sinistra, possibile alternanza tra Laxalt e Rodriguez nelle due partite.

POCHE ALTERNATIVE - Poche alternative, invece, in mezzo al campo dove Kessie e Bakayoko saranno schierati sicuramente in entrambe le sfide. A completare la mediana, ci potrebbe essere Calhanoglu sia Genova che Gedda, a meno che Gattuso non decida di lanciare subito Paquetà in una delle due gare, con il turco che verrebbe spostato nel tridente d'attacco. Suso giocherà solo contro la Samp visto che poi sarà squalificato contro i bianconeri, mentre l'unico attaccante sicuro di essere in campo in tutte e due le partite è Gonzalo Higuain.