Rebic, Giampaolo e la ricerca dell'innesco offensivo: più opzioni senza dimenticarsi di Leao

03.09.2019 20:00 di Matteo Calcagni Twitter:    Vedi letture
© foto di Image Sport
Rebic, Giampaolo e la ricerca dell'innesco offensivo: più opzioni senza dimenticarsi di Leao

E alla fine, dopo il lunghissimo rincorrere per Correa, il Milan ha scelto Rebic. Il Diavolo ha completato un'operazione sicuramente vantaggiosa con l'Eintracht Francoforte, per un doppio prestito biennale che ha portato André Silva in Germania. Nelle idee iniziali di Giampaolo il croato andrebbe a giocare sicuramente da seconda punta, ma sappiamo che il tecnico abruzzese ha rivisto le sue considerazioni, spostandosi verso un 4-3-2-1 che, a tratti, strizza l'occhio anche al 4-3-3, anche se in versione diversa da come veniva interpretato da Gattuso.

LA PRIMA IDEA - In molti pensano che l'arrivo di Rebic coincida quasi sicuramente col ritorno, stabile, al 4-3-3. Una opinione sicuramente condivisibile, ma con qualche interrogativo. Il primo è legato soprattutto agli interpreti: ok Suso, ok Rebic, ma quali sarebbero le alternative reali nei ruoli di ala? Sappiamo che questo sistema di gioco "costringe" gli esterni ad un lavoro logorante, tant'è che andrebbero spesso sostituiti anche a gara in corso. Attualmente però, le uniche vere alternative a disposizione sarebbero Castillejo e Borini, in quanto Calhanoglu viene considerato centrocampista da Giampaolo e Bonaventura difficilmente potrà svolgere un ruolo continuativo sulla corsia. Il secondo dubbio ricade sul ruolo di Leao: il portoghese, acquistato per 23 milioni più Djalo dal Lille, nel 4-3-3 potrebbe rappresentare soltanto il sostituto di Piatek. Un po' poco per un calciatore su cui il Milan ha investito tutta la somma incassata dalla cessione di Patrick Cutrone.

IL MODULO DI MILAN-BRESCIA - La sensazione è che Giampaolo possa invece proseguire sul 4-3-2-1 già visto contro il Brescia, con Suso capace di allargarsi sulla destra e gli altri due interpreti pronti a scambiarsi come in una sorta di attacco a due. Il ruolo di mezzapunta sinistra potrebbe passare da Castillejo a Rebic, ma anche Leao potrebbe giocare in questa posizione, mentre l'ex Villareal andrebbe a diventare la prima alternativa a Suso sulla destra. Un meccanismo che andrebbe a creare spazio per tutti gli uomini offensivi, tenendo conto che, oltre a Leao, anche Rebic potrebbe essere schierato come prima punta all'occorrenza. Ad oggi è probabile che siano questi i cinque uomini su cui Giampaolo punterà di più in ottica offensiva, a cui si aggiungerebbe Borini e, quando sarà in condizione, anche Bonaventura.