Saelemaekers a MTV: "I miei compagni una seconda famiglia, vogliamo regalare gioie ai tifosi"

05.03.2021 19:11 di Manuel Del Vecchio Twitter:    Vedi letture
© foto di Insidefoto/Image Sport
Saelemaekers a MTV: "I miei compagni una seconda famiglia, vogliamo regalare gioie ai tifosi"

Alexis Saelemaekers ha parlato ai micorofoni di Milan TV in vista della gara di domenica contro il Verona. Di seguito tutte le dichiarazioni del belga:

Sulla sua crescita: "Tutti i progressi che ho fatto sono arrivati anche grazie allo staff e alla squadra, ogni giorno il mister mi parla tanta, mi dice in cosa devo lavorare. Quindi è vero che questo mio miglioramento è arrivato grazie al Club e alla squadra. Io cerco di lavorare il più duro possibile, sono contento di essere qua".

Sul suo ruolo: "Per me è importante essere pericoloso e aiutare la squadra per fare gol, ci provo in ogni partita. Devo continuare così":

Sulla mentalità vincente: "Dobbiamo provare ad avere sempre la mentalità che abbiamo avuto contro la Roma, e dobbiamo mettere in campo quello che ci dice il mister nello spogliatoio. Se ci riusciamo penso che possiamo vincere questa partita".

La squadra come una famiglia: "Mi sento molto bene qua, questa squadra è come una famiglia. Mi piace venire a Milanello ogni giorno per vedere i miei compagni. Parliamo, scherziamo, è importante anche mentalmente. Il calcio non è sempre facile, avere dei compagni di squadra che sono come membri della tua famiglia è molto importante. Anche quando vado in centro, i tifosi mi riconoscono e mi parlano, tutti mi fanno sentire a casa e mi piace".

Cosa trasmette mister Pioli? "Per me è importante, anche quando perdiamo, che l’allenatore parli della prossima partita e trasmetta fiducia alla squadra. Lui lo fa veramente bene".

Sui tifosi: "Lavoriamo per dare qualcosa di importante a questi tifosi anche perché non è stato un buon periodo periodo anche per loro, essere allo stadio senza tifosi è brutto per tutti. Arrivare a fine stagione e regalargli qualcosa di speciale è importante per noi e stiamo lavorando duro anche per loro".