Tuttosport - Rebic ingranaggio fondamentale per il Milan: ora ai rossoneri servono i suoi gol

27.11.2020 12:00 di Pietro Andrigo   Vedi letture
© foto di PHOTOVIEWS
Tuttosport - Rebic ingranaggio fondamentale per il Milan: ora ai rossoneri servono i suoi gol

Confrontando il Milan della passata stagione con quello attuale sono tante le differenze che possono essere elencate ma la principale (e sicuramente più importante) è che finalmente i rossoneri sono una vera squadra. Nella rosa di Stefano Pioli è ben visibile come ogni componente del gruppo rossonero sia a sua modo importante per l’armonia del gioco del Milan. Dagli insostituibili alle riserve sino ai gregari, i calciatori rossoneri hanno imparato che nei momenti di difficoltà ‘l’unione fa la la forza’ e la prova con il Lille ne è una dimostrazione. Nella difficile gara con i francesi, in particolare, spicca la prestazione di Ante Rebic capace di portare sulle sue spalle l’attacco rossonero in modo diverso da Ibrahimovic ma comunque efficace.

RITORNO IMPORTANTE - Già dalla gara con il Napoli era stato ben visibile come il ritorno di Rebic in campo avesse influito positivamente sul Milan: la corsa, i muscoli e la qualità del croato hanno dato respiro ai rossoneri e sopratutto a Theo Hernandez che, contro i partenopei, ha fornito la sua migliore prestazione stagionale. La posizione preferita di Rebic è sicuramente la corsia sinistra ma l’infortunio di Ibrahimovic e l’assenza di Leao lo hanno costretto a reinventarsi prima punta: il croato non nasce sicuramente come centravanti ma può comunque dare un importante apporto alla causa rossonera. Se con Ibrahimovic come vertice d’attacco il Milan sfrutta centimetri e muscoli dello svedese, con Rebic la squadra rossonera può sfruttare la profondità e la velocità del croato come in occasione del gol di Castillejo contro il Lille. Un modo diverso di giocare, senza dubbio, ma ugualmente efficace se sfruttato con intelligenza e astuzia.

ORA SERVONO I SUOI GOL - Nelle ultime due partite contro Napoli e Lille, Ante Rebic ha servito due assist di pregevole fattura: il primo è stato un pallone morbido e preciso per Ibrahimovic mentre il secondo è stato un intelligente piattone per l’inserimento di Castillejo. Come recita una delle frasi preferite di tutti i calciatori nei vari post partita ‘l’importante non è il gol personale ma che la squadra vinca’. Questo credo, sacrosanto e giustissimo, sicuramente è pensato anche da Ante Rebic ma senza dubbio il croato, da attaccante quale è, vuole tornare al gol. Ecco quindi che contro la Fiorentina, sua ex squadra, Ante Rebic andrà alla ricerca del suo primo gol stagionale: un obiettivo personale importante ma fondamentale sopratutto per il mantenimento della vetta del Milan. Perchè la squadra, si sa, viene prima di tutto.