Un capitano in bilico: il Milan in estate dovrà evitare un Gigio bis. E dalla Germania spunta una possibile alternativa...

22.03.2020 20:00 di Matteo Calcagni Twitter:    vedi letture
Un capitano in bilico: il Milan in estate dovrà evitare un Gigio bis. E dalla Germania spunta una possibile alternativa...
MilanNews.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Uno dei tanti nodi da sciogliere tra qualche mese sarà il futuro di Alessio Romagnoli. Il capitano rossonero ha un contratto fino al 2022, il che, se da un lato garantisce ancora diverso tempo per le varie decisioni, dall'altro mette il Milan di fronte ad un primo bivio. Il classe '95, assistito da Raiola, ha uno stipendio corposo di 3.5 milioni netti annui: per rinnovare, dunque, potrebbe servire uno sforzo ulteriore, sempre che il giocatore (e il suo entourage) non vogliano spostarsi altrove. E se ciò accadrà, per il club rossonero, l'unica finestra per cedere alle proprie condizioni sarà la prossima.

UN BIVIO - Questa estate Romagnoli potrebbe valere tra i 30 e i 40 milioni di euro, la prossima il suo valore scenderebbe sensibilmente a meno che non riesca a disputare un Europeo da leader e protagonista. L'attuale stagione di Romagnoli non è stata particolarmente esaltante, tutt'altro: il nativo di Anzio, anche a causa delle varie problematiche rossonere, è apparso spesso in difficoltà e gli errori non sono mancati. Discorso diverso per la continuità fisica che è finalmente arrivata: l'ex Roma e Samp ha giocato tutte le partite per intero, aspetto da non sottovalutare se pensiamo che, in rossonero, aveva giocato al massimo quattordici gare consecutive. Con un Milan rinnovato e rinforzato le prestazioni del capitano potrebbero tornare ad essere convincenti, ma la (nuova?) dirigenza dovrà valutare rischi e benefici.

LA SITUAZIONE DELLA DIFESA - La retroguardia rossonera, se Romagnoli dovesse partire, perderà forse l'unica certezza attuale. Mateo Musacchio ha un contratto fino al 2021 e, in questo 2020, è diventato prima una riserva di Kjaer e poi di Gabbia. Questi ultimi due potrebbero (e dovrebbero) essere entrambi confermati, ma considerarli titolari assoluti in vista della prossima stagione appare probabilmente azzardato: il danese si è dimostrato affidabile ma è piuttosto propenso agli infortuni, mentre il giovane di Busto Arsizio ha fin qui disputato due sole gare dall'inizio, troppo poche per lanciarsi già in progetti trionfalistici. In rosa il Milan ha anche Duarte, ma il brasiliano prima dell'infortunio non aveva convinto particolarmente. La stampa inglese oggi ha accostato Evan N’Dicka ai rossoneri: il francese, classe '99, è un ottimo prospetto e in Bundesliga sta (stava) facendo benissimo. Caratteristica importante, il parigino è un mancino come Romagnoli, cosa da non sottovalutare se il capitano dovesse lasciare il club meneghino. N'Dicka ha un contratto fino al 2023, per cui per strapparlo ai tedeschi servirà una cifra sostanziosa, sicuramente superiore ai 20 milioni di euro. Un profilo da tenere d'occhio in vista di un'estate dove dovranno essere effettuate scelte importanti.