Milan Under16, Luca Martinazzi indiavolato: due gol nel derby e Inter ko

24.11.2021 14:30 di Enrico Ferrazzi Twitter:    vedi letture
Fonte: La Giovane Italia per tuttomercatoweb.com
Milan Under16, Luca Martinazzi indiavolato: due gol nel derby e Inter ko
MilanNews.it

Pato, Matri, Fernando Torres, Destro, Luiz Adriano, Lapadula, André Silva, Higuain, Piatek, Mandzukic. Giocatori diversissimi per carriera, palmares, caratteristiche fisiche, tecniche e tattiche, ma con un particolare in comune: hanno indossato tutti – con risultati molto modesti, per usare un eufemismo – la maglia numero 9 del Milan che era appartenuta a Pippo Inzaghi. Una vera e propria maledizione che per il momento non è ancora stata scacciata. O meglio: non in prima squadra. Nelle giovanili rossonere, infatti, di centravanti che stanno inanellando prestazioni e gol weekend dopo weekend ce ne sono. E se l’Under 15 si gode Francesco Camarda, l’Under 16 si tiene stretto Luca Martinazzi, che domenica ha prima riacciuffato e poi dato il colpo di grazia ai pari età dell’Inter, nel 3-1 che ha lanciato il Diavolo al primo posto solitario in classifica. Luca Martinazzi, attaccante classe 2006, è alla sua terza stagione al Milan ed è uno dei trascinatori della squadra allenata da Ignazio Abate, imbattuta e capolista nel Girone B del campionato Under 16 Serie A/B. Nella 2ª giornata ha siglato la rete che ha dato inizio all’incredibile rimonta sul campo dell’Hellas Verona: da 3-0 a 3-4. Nella 4ª giornata ha iscritto il proprio nome nel tabellino del match vinto 4-2 contro il Venezia. Alla 6ª giornata gol e assist nell’ennesimo poker calato dai rossoneri (stavolta ai danni dell’Udinese). Domenica, a ulteriore conferma del proprio stato di forma e per far saltare anche il tabù che lo vedeva andare a segno solo nei turni pari, doppietta contro l’Inter. Due marcature pesanti dal punto di vista psicologico – per il momento della gara in cui sono arrivate – e decisive per il risultato. Due sigilli importanti per la classifica e per il valore simbolico di questa sfida, perché due gol nel derby non avranno mai lo stesso peso specifico di due gol contro un qualsiasi altro avversario. Due reti – soprattutto – che mettono in evidenza tecnica, capacità di “sentire” la porta, corsa e freddezza. La prima è quella del momentaneo 1-1: il centravanti arpiona spalle alla porta un traversone di Parmiggiani, si sposta leggermente il pallone e, senza guardare lo specchio difeso da Castelnuovo, fa partire un diagonale chirurgico che si insacca nell’angolino. La seconda è quella del definitivo 3-1: con tutta l’Inter sbilanciata in avanti, Martinazzi si ritrova quasi per caso la sfera tra i piedi all’altezza della metà campo, parte in progressione, riesce a non farsi rimontare dal velocissimo Della Mora e arrivato a tu per tu con l’estremo difensore nerazzurro mantiene la lucidità necessaria per trafiggerlo. E così, grazie alla doppietta del proprio attaccante, la stracittadina categoria Under 16 sorride ai rossoneri, che ora possono guardare tutti dall’alto in basso, scaramanzia compresa. Perché con un centravanti del genere, forse, si può battere anche la maledizione della numero 9.