Viaggio nei Milan Club - Fermata Baldersheim in Francia (foto)

Contatta rinothevoice@gmail.com per altre puntate della rubrica "Viaggio nei Milan Club"
04.06.2014 20:00 di Gennaro Mirko Auricchio   vedi letture
Viaggio nei Milan Club - Fermata Baldersheim in Francia (foto)
© foto di milan club alsace

Il treno che accoglie a bordo milioni e milioni di tifosi rossoneri è pronto a ripartire. Questa settimana ci porterà in Francia, precisamente a BALDERSHEIM comune di 2.573 abitanti situato nella regione dell’Alsazia. Proprio qui è nato il PAOLO MALDINI MILAN CLUB ALSACE che, visto la sua posizione di confine, raccoglie intorno alla fede rossonera tifosi che arrivano sia dalla Svizzera che dalla Germania. Per saperne di più abbiamo intervistato il presidente e fondatore di questo Milan Club: Eric Bassi.

Quanto tempo fa è stato fondato questo Milan Club? Il PAOLO MALDINI MILAN CLUB ALSACE nasce nel maggio del 2006, siamo stati riconosciuti dall’AIMC come club ufficiale e ad oggi contiamo 100 iscritti che, nonostante il periodo non proprio positivo che sta vivendo la squadra, restano sempre affezionatissimi. Quest’anno il nostro club ha partecipato anche alla 41esima edizione del trofeo Nereo Rocco organizzato dall’AIMC che ci ha permesso di organizzare una squadra di giovanissimi provenienti dalla nostra città e andare a giocare a Milanello. È stata una esperienza bellissima.

In Francia ci sono così tanti tifosi milanisti? Si, il MILAN ha moltissimi tifosi in FRANCIA. Molti sono di origine italiana ma ci sono anche tanti milanisti nati e cresciuti in Francia. La gran parte vive in Alsazia, gli altri vengono anche delle provincie vicine soprattuto dalla Svizzera e dalla Germania.

Con che frequenza andate a vedere le partite a S.Siro? La nostra fortuna è che MILANO si trova a circa 370 km e quindi spostarci per vedere le partite per noi non è tanto problematico. Proprio per questo allo stadio ci siamo sempre, abbiamo 28 abbonati del nostro Milan Club che sono sempre presenti allo stadio in qualsiasi partita, che sia di coppa o di campionato.

Qual è la trasferta più bella che avete mai fatto? La trasferta più bella è quella della finale di Champions League 2007 a ATENE contro il Liverpool. Era il primo anno cha il MILAN CLUB era attivo, ci siamo andati in 5 e abbiamo vissuto un momento davvero indimenticabile. Ricordo con piacere anche le trasferte a Monte Carlo e a Tokyo per seguire la Supercoppa UEFA e la finale di Coppa Intercontinentale. Mi reputo fortunato ad avere assistito a partite del genere da vicino.

Gli investinenti dei grandi petrolieri arabi hanno reso il campionato francese più attraente? L’ arrivo dei grandi petrolieri arabi non è ha reso il campionato piu attraente per il publico, perchè c’è solo il PSG che stravince tutte le partite. Le altre, a parte il Monaco che sta cercando di mettersi al passo, restano molto indietro. L’unico aspetto positivo è che grazie a questi investimenti tanti tifosi francesi hanno avuto la possibiltià di vedere da vicino campioni come Ibrahimovic. Thiago Silva e Cavani.

Cosa ne pensi del momento attuale del Milan? Il Milan sta vivendo un momento decisamente difficile, sia sul lato sportivo che societario. Per ripartire abbiamo bisogno di riprendere i vecchi valori che ci hanno permesso di arrivare sul tetto del mondo.

Cosa ne pensi del quasi sicuro esonero di Seedorf e del probabile arrivo di Inzaghi? Per me Seedorf meritava la riconferma. Ha preso la squadra in campionato in corso ed è quasi riuscito a conquistare un posto in Europa League. Se Inzaghi dovesse diventare il nuovo allentatore sarà in grado di fare capire a chi gioca attualmente cosa vuol dire indossare la maglia del Milan.

Qual è il giocatore a cui sei più legato? Il giocatore a cui sono più legato è sicuramente Paolo Maldini. Un grandissimo giocatore, e un grandissimo uomo che abbiamo avuto modo di conoscere anche da vicino. Per tutti noi è la bandiera del Milan e proprio per questo abbiamo deciso di dedicargli il nome del nostro Milan Club. Volevo approfittare di questo spazio anche per lanciare un appello a Paolo Maldini. Dal 2009 (anno del suo ritiro) stiamo cercando in tutti i modi di consegnarli un trofeo ideato e creato da noi (lo potete vedere nelle foto) come segno di riconoscenza per tutto quello che ha fatto per la nostra maglia. Invitiamo ufficialmente lui e la sua famiglia in Francia per ritirare il premio, se dovesse accettare il nostro invito per tutti noi sarebbe la realizzazione di un sogno.

milan club alsace
© foto di milan club alsace
milan club alsace
© foto di milan club alsace
milan club alsace
© foto di milan club alsace
milan club alsace
© foto di milan club alsace