Caos Barcellona, il club catalano minaccia azioni legali per il contratto di de Jong

08.08.2022 17:50 di Manuel Del Vecchio Twitter:    vedi letture
Caos Barcellona, il club catalano minaccia azioni legali per il contratto di de Jong
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Continuano le vicissitudini contrattuali tra Barcellona e Frenkie de Jong. Riporta David Ornstein di The Athletic che il club catalano ha comunicato al proprio calciatore l'intenzione di annullare il suo contratto attuale e di tornare all'accordo precedente, sostenendo che le condizioni che gli erano state date dal precedente consiglio di amministrazione del club erano criminali e costituivano un motivo per intraprendere un'azione legale contro le persone coinvolte.

Il Barca, alle prese con gravissimi problemi finanziari, sta cercando di migliorare la propria situazione in vari modi, tra cui un'eventuale vendita di De Jong o il raggiungimento di un accordo con lui su degli arretrati.
Finora non c'è stato alcun segno di compromesso tra il 25enne centrocampista olandese e il club.
In tutto questo il Manchester United ha trovato un accordo economico con il Barcellona per de Jong, ma le questioni tra il giocatore e il Barcellona hanno messo tutto in stallo.
Secondo fonti spagnole, il 15 luglio il Barcellona ha scritto a De Jong sostenendo di aver trovato prove di azioni criminali da parte di chi ha firmato il suo rinnovo il 20 ottobre 2020.

Si trattava di un prolungamento di due anni fino al 2026 che, secondo quanto riportato, avrebbe ridotto il suo stipendio per le stagioni 2020-21 e 2021-22, lasciando 18 milioni di euro (15,2 milioni di sterline, 18,3 milioni di dollari) da distribuire nelle quattro stagioni successive.
L'accordo di De Jong fu annunciato insieme a quello di altri tre giocatori - Gerard Pique, Marc-Andre ter Stegen e Clement Lenglet - e si rivelò una delle decisioni finali dell'allora presidente Josep Bartomeu prima che lui e l'intero consiglio di amministrazione dell'epoca lasciassero il loro incarico.

Secondo The Atheltic il Barcellona vuole annullare l'accordo e tornare quindi  alle condizioni concordate al momento del suo arrivo dall'Ajax nel gennaio 2019.

Questo potrebbe essere percepito come un rafforzamento dei commenti di Evgeniy Levchenko - presidente del sindacato dei giocatori olandesi - secondo cui De Jong potrebbe essere vittima di estorsione, un'idea che l'attuale presidente del Barcellona Joan Laporta nega. Si sa che il sindacato mondiale dei calciatori FIFPRO sta monitorando da vicino la situazione e i tentativi del Barcellona di far accettare al giocatore una somma notevolmente ridotta rispetto ai 18 milioni di euro che aveva accettato di posticipare durante la pandemia.