3 punti pesanti, ma quanta fatica. Inter sotto pressione. Pobega e il sogno. E Donnarumma...  

13.03.2022 00:00 di Andrea Longoni Twitter:    vedi letture
3 punti pesanti, ma quanta fatica. Inter sotto pressione. Pobega e il sogno. E Donnarumma...  
MilanNews.it

Vittoria in una partita importante, come lo saranno tutte le gare fino alla fine di questo campionato. Il gol di Kalulu è il giusto premio a un ragazzo arrivato in punta di piedi e con molto scetticismo: colpo straordinario della squadra mercato. Benissimo i 3 punti, ma troppa fatica nel secondo tempo. Sembra più un problema psicologico: il braccino quando non si riesce a chiudere la partita e la posta in palio è alta.
Deludente la prova di Leao, che a parte qualche strappo è inconcludente e nel secondo tempo, ancora una volta, sparisce. Per lui 12 palle perse su 36 giocate, ma soprattutto zero tiri. Dato decisamente negativo per un attaccante. Nelle ultime 3 gare la squadra non è andata oltre la singola rete segnata, ma va anche detto che subisce pochissimi tiri nella propria porta.

Il sogno del popolo milanista è che stasera il Torino di Pobega possa fermare i cugini, magari con una sua rete. Sarebbe l'apoteosi. Di fatto, oggi per la prima volta l'Inter avrà davvero una forte pressione su di sè (tra l'altro senza un giocatore fondamentale come Brozovic). 5 punti da recuperare, seppur con due gare in meno, rappresentano a livello psicologico un peso non indifferente: significano, dal punto di vista nerazzurro, che la squadra di Inzaghi non può davvero più sbagliare. Situazione per loro inedita, che arriva oltretutto dopo l'importante dispendio di energie psico-fisiche della gara di Liverpool.  In ogni caso, il Milan deve proseguire come nelle ultime uscite e fare un percorso netto per raggiungere il traguardo più importante, che manca da troppi anni.

Infine, che fine hanno fatto quelli convinti che i rossoneri senza Donnarumma avrebbero perso 15 punti? Spariti, come la palla tra i piedi del portiere nel tentativo di dribbling a Benzema mercoledì. Serata, diciamocelo, di grandi soddisfazioni, come quelle che continua a dare Maignan al popolo rossonero. La paratona su Luperto, a conti fatti, è stata decisiva.