Derby straordinario. Assenza Theo è un danno. Ibrahimovic variabile scudetto

07.11.2021 00:00 di Andrea Longoni Twitter:    vedi letture
 Derby straordinario. Assenza Theo è un danno. Ibrahimovic variabile scudetto
MilanNews.it

Il derby è una partita importantissima per definizione, ma quello di stasera può avere un peso specifico ancor più straordinario per classifica, testa e ambizioni dei due Club. Il Milan deve scendere in campo per provare a vincerlo, nonostante alla squadra di Pioli potrebbe andare bene anche un pareggio. Un successo spingerebbe i nerazzurri a meno dieci punti in classifica, distacco che sarebbe davvero molto difficile poi da annullare. Archiviata ormai la parentesi europea, sono ancora invece molto rumorose le polemiche post Roma-Milan, che hanno lasciato tante scorie. Gara che i rossoneri hanno strameritato di vincere e che lascia in eredità la pesantissima assenza di Theo Hernandez stasera. Si è parlato pochissimo del rosso al terzino francese, con l'azione che doveva essere fermata prima per l'evidente fallo subito da Krunic.

Danno clamoroso al Milan, alla faccia del polverone sollevato ad arte da Mourinho (ormai non gli resta che piangere) e cavalcato da molti semplicemente per convenienza. Hanno provato a convincerci che quello su Ibrahimovic per intervento di Ibanez fosse un rigorino che in Europa non viene mai dato, salvo poi essere sbugiardati qualche giorno più tardi dal penalty molto meno netto fischiato in Champions League su Chiesa cui, a confronto, è stato fatto il solletico. Molti hanno voluto far passare incredibilmente il messaggio di un Milan favorito, trovando terreno fertile nella confusione creata nel frattempo dai vertici arbitrali sul tema rigori. Si è creato un clima particolare che, si spera, non condizionerà nelle scelte più difficili l'arbitro Doveri.

Stasera il riferimento di tutti sarà ancora una volta Zlatan Ibrahimovic, che a 40 anni suonati non finisce davvero mai di stupire. Contro la Roma una settimana fa l'attaccante è stato impressionante con la sua presenza scenica dominante: semplicemente sempre decisivo. Lo svedese e soprattutto la sua tenuta fisica possono essere alla lunga variabili determinanti nella lotta scudetto. Dopo il derby di stasera al Milan resterà soltanto lo scontro diretto col Napoli (oltre alla gara di Firenze), mentre le altre, squadra di Spalletti in primis, avranno un calendario più complicato per arrivare al giro di boa. La strada è ancora lunga ma il Diavolo c'è e ci sarà comunque andrà la partita di oggi contri i cugini. Buon derby!