Il Milan è una grande occasione per tutti . Altri fermi, il Milan in vantaggio

20.03.2021 00:00 di Mauro Suma   Vedi letture
Il Milan è una grande occasione per tutti . Altri fermi, il Milan in vantaggio

Non vincerà il campionato e non vincerà l'Europa League, e nemmeno la coppa Italia. Ma il Milan è una occasione da non perdere per l'Italia. Per arrivare a costruire finalmente una cultura sportiva italiana, nei secoli dei secoli inesistente. E attenzione, avere cultura sportiva non significa rimanere soggiogati dalla mielosa e insopportabile dittatura social del politically correct. Arrivare ad avere una cultura sportiva in questo Paese significherebbe finalmente avere appeal all'estero. Migliorare la vendita dei diritti televisivi e quindi acquisire nuove risorse per il mercato e per il potenziamento delle nostre squadre. Ambire ad avere stadi moderni e funzionali, nonostante la palude della politica sia uguale a Milano come a Roma e come a Firenze. Ma la politica è la politica, noi dobbiamo pensare allo sport. E nel calcio italiano c'è il Milan che non è il club più zen del mondo. E' un club attento e robusto che dialoga ogni giorno con tutte le istituzioni calcistiche italiane, Sulle cose che vanno, su quelle da migliorare e su quelle che non vanno. Ma lo fa senza sbattere i pugni sul tavolo dei social, senza esibire i muscoli sui media, senza spargere veleni nell'aria dei bar e degli uffici. Il Milan è il Milan e se l'Italia pensa che sia un club fesso, perde l'occasione della vita. Il Milan è il Milan. Perde Rebic e Krunic il giorno di Milan-Juve? Gioca. Perde Theo Hernandez e Calhanoglu il giorno prima di Cagliari-Milan? Gioca. E' costretto a mettere Calabria a centrocampo con la Juve, Meite trequartista con l'Atalanta e Castillejo prima punta con il Manchester United e gli fanno le tabelle che perde spesso nel 2021? Non piange e non lancia messaggi. Mandano all'arbitro Pasqua dal VAR l'immagine sbagliata del fallo di Bakayoko su Theo Hernandez? Nemmeno una parola. Aprono l'indagine su Theo Hernandez per un minuto social, mentre sull'esame di italiano e sugli insulti e le dita della coppa Italia fischiettano tutti per aria? Nessun problema, pensiamo al nostro, pensiamo al campo. Torna da Belgrado all'alba e gli dicono che deve giocare il derby dopo poche ore? Nessun problema, veniamo e giochiamo. Il sindaco dei pretesti si inventa la qualunque per impedire a Milan e Inter di crescere con il nuovo stadio più bello d'Europa e del Mondo? Ecco questo è un problema, ma si continua a lavorare duro per risolverlo.

Tutto questo salto di qualità del Milan non avviene solo sul campo, dove due anni fa perdere di misura con il Napoli in quel modo sarebbe stato vissuto come il minore dei mali mentre oggi fa incazzare di brutto. Ma anche fuori dal campo, dove il Milan mette a segno colpi ogni settimana. Casper Stylsvig, che mi spiace abbia perso in quel modo il suo derby personale con il Manchester United in un Ottavo di finale in cui era il Milan a meritare di passare il turno, sta lavorando tosto e duro per il futuro. Anche in tempi duri fuori dal calcio, attorno al calcio e nel calcio, il Milan lavora e il Milan crede in se stesso e nel proprio brand. E' da febbraio che la forza vendite rossonera fa scouting alla ricerca di nuovi clienti e sponsor, attraverso 1500 gruppi e aziende con cui il club si è messo in relazione commerciale offrendo le opportunità che una società di questo tipo può proporre. E' con la stessa freschezza che il Milan è in homepage mondiale su Twitch, che arriva la partnership con Therabody, quella con Avis Italia, quella con Dodo Jewels. E non passa settimana senza che ci sia una nuova notizia in tal senso. No, non è un editoriale commerciale questo. E' un editoriale su Milan. Perchè contro il Manchester United e contro il Napoli non è finito nulla. Perchè il progetto del Milan è vero e il lavoro di tutto il Milan in tutti gli uffici ogni giorno è solido. Queste sono le basi, al di là dei risultati di ieri sera e di domani mattina sul campo, il Milan è tornato a crescere. E crescere di questi tempi dentro un progetto chiaro e continuativo significa accumulare vantaggio, anche rispetto ad altre situazioni ferme e avvitate fra gli avversari del Milan. E al momento giusto, tutto questo si vedrà in maniera inconfondibile e si toccherà fisicamente con mano.