Le decisioni del Farmacista di Milanello. I tifosi intanto urlano: ”Non vedo l’ora che giochino ancora!”

22.09.2021 00:00 di Carlo Pellegatti   vedi letture
Le decisioni del Farmacista di Milanello. I tifosi intanto urlano: ”Non vedo l’ora che giochino ancora!”
MilanNews.it

Pioli, il saggio farmacista di Milanello. Contro il Venezia è fondamentale usare le pozioni giuste. Non troppo forti ma nemmeno troppo blande per schierare così una formazione che tenga conto dei duri sforzi passati e dei complicati impegni futuri. Con Maignan, viene riconfermato Kalulu, che ha denotato progressi enormi sul piano tecnico e tattico, rispetto al difensore del Lyon B. Quanto a personalità, non è mai mancata, fin dal suo debutto in serie A, bagnato con un gol. A guidare la difesa Alessio Romagnoli, il Capitano ,il primo a entrare in campo a Liverpool per abbracciare i compagni ,in occasione dei gol. 

A proposito, a fine stagione andrò  a contare quante squadre saranno capaci di realizzare due reti a Anfield. Straordinari e coraggiosi Ragazzi!! Non so se “Tempesta Solare” continuerà  la sua avventura rossonera, ma, come Kessiè, me li voglio gustare e li applaudirò nei prossimi mesi, con la certezza che aiuteranno il Milan, fino all’ultima stilla del loro sudore. Di fianco a lui, probabile la presenza di Matteo Gabbia, per dare un turno di riposo a “Joystick” Tomori. E’ stato  capitano della Under 21, ha la faccia da Milan, l’eleganza e lo stile dei  grandi difensori del settore giovanile. Forse un poco di ruggine nelle gambe, ma  il primo applauso sarà come l’aceto bianco. E la ruggine va via. A centrocampo  lo splendido Tonali-Vero  e  il rinfrancato Bennacer permettono che “Il Presidente“ tiri il fiato. 

Non è stato facile rimanere fermo dieci giorni e poi affrontare le rapide di fiumi chiamati Lazio, Liverpool e Juventus. Un dubbio a destra tra Florenzi e Saelemaekers, favorito il primo. Poi non si cambia. Mossa intelligente perché mi sembra preferibile cercare di afferrare il risultato subito, piuttosto che mettere i titolari nel corso della partita, per cambiarne eventualmente il corso. E Ibra? E Giroud? E gli altri acciaccati? Per “Ibra Supremacy” si naviga a vista, in attesa che “signora Infiammazione“ si degni di lasciare il prezioso tendine di Achille del Fuoriclasse svedese.   

Che il dio del calcio, certo invidioso della grandezza di Zlatan, lo lasci tranquillo per qualche mese  e i tifosi del Milan si divertiranno molto. Giroud è guarito da tutti i suoi problemi . Deve mettere benzina a alti ottani nel motore, già rombante a Spezia. Bakayoko e Krunic li vedremo dopo la sosta, mentre regna un cauto ottimismo per Kjaer e Calabria in vista del match contro l’Atletico. Manca all’appello  “Sambodromo” Messias, che sarà certamente disponibile dopo la sosta, con qualche flebile speranza anche per una panchina a Bergamo. Partita delicatissima quella contro il Venezia, con  i tifosi rossoneri  che hanno tanta voglia di stare vicini alla squadra dopo le belle prestazioni  di Liverpool e Torino. Come dice un mio amico, orgoglioso dello spirito della squadra, contento dello spettacolo, soddisfatto dei risultati: ”Non vedo l’ora che giochino ancora!”. E’ il motto di questo grande Milan. Forza Vecchio Cuore Rossonero!