Milan, avanti tutta su Origi. Il progetto funziona, ora la seconda fase. Dybala…

22.03.2022 00:00 di Antonio Vitiello Twitter:    vedi letture
Milan, avanti tutta su Origi. Il progetto funziona, ora la seconda fase. Dybala…
MilanNews.it

Mancano otto giornate per concludere la stagione e il Milan è primo grazie ad un progetto e una filosofia che sta portando i suoi frutti.  Dopo dieci anni i rossoneri arrivano ad aprile primi in classifica e hanno tutte le carte in regola per lottare fino all’ultima giornata per il titolo. E’ già un enorme passo avanti rispetto a qualche stagione fa. Ma questo club vuole compiere un altro passo ed entrare nella seconda fase del progetto. Se in un primo momento l’obiettivo era risanare i conti e contestualmente rendere la squadra competitiva, ora il Milan vuole vincere e proverà a fare un salto in avanti in vista del prossimo anno. La rosa verrà rinforzata, i migliori verranno tenuti, il rosso in bilancio si è dimezzato e anche i ricavi stanno crescendo, ma bisogna cominciare a vincere qualcosa. Una volta innescato il meccanismo sarà anche più semplice andare a comprare quei giocatori di una certa fascia di prezzo che si spostano solamente tra le big che ogni anno si giocano la Champions.

Servirà ancora un po' di tempo ma l’idea è arrivare in quella fase in cui Il Milan potrà ambire ad una certa categoria di giocatori, e per questo sarà necessario non solo essere stabilmente in Champions ma anche costruire uno stadio di proprietà che possa portare al club ogni anno 70-80 mln di ricavi in più rispetto a quelli attuali.  

Passando alle notizie di calciomercato, il Milan sta lavorando per chiudere Divock Origi già in queste settimane di primavera, anticipando i tempi per l’estate. Al giocatore piace molto la soluzione rossonera e le parti stanno lavorando per trovare l’accordo definitivo sull’ingaggio che potrebbe essere di 3,5 / 4 mln di euro a stagione. Ci saranno nuovi contatti per definire l’operazione ma si parla di una trattativa avanzata. La scelta di andare su un parametro zero permetterà al Milan di investire in altri reparti e rinforzare altre zone del campo. Botman è ad un passo, Renato Sanches è vicino ma vanno ultimati dei passaggi con il portoghese sull’ingaggio, i rossoneri potrebbero concentrarsi sul trequartista ed esterno destro.

L’addio di Paulo Dybala a parametro zero dalla Juve non è che l’ultimo caso di giocatori totalmente condizionati dai loro agenti. Al Milan è successo con Donnarumma, Calha e Kessie, e mediaticamente è stato massacrato, ma è una pratica che ormai accade ovunque. La Juve con Dybala, uno dei migliori della rosa bianconera, il Napoli con il suo capitano Insigne, addirittura il Psg perde a zero uno dei giocatori migliori al mondo come Mbappe. Ormai alcuni giocatori e i loro agenti chiedono ingaggi folli e commissioni impossibili per le casse delle società, il mercato è cambiato da 3-4 anni e non c’è nemmeno più da rimanere scandalizzati se i club ogni anno perdono giocatori importanti a zero. D’altronde tutti sono sostituibili e la prova il Milan ce l’ha in casa con Mike Maignan.