ESCLUSIVA MN - Bertolucci: "Futuro Ibra, lui sa cosa fare. Nuova punta? Un giovane di prospettiva all'altezza del Milan"

26.04.2023 20:00 di Filippo D'Angelo   vedi letture
ESCLUSIVA MN - Bertolucci: "Futuro Ibra, lui sa cosa fare. Nuova punta? Un giovane di prospettiva all'altezza del Milan"
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Paolo Bertolucci, ex tennista e storico tifoso rossonero, ha rilasciato alcune dichiarazioni a MilanNews.it. Di seguito le domande e le risposte: 

Signor Bertolucci, che gara dovrà fare il Milan contro la Roma?

"Mancano poche giornate alla fine, le squadre in lotta per la Champions sono un bel gruppetto. Ogni partita sarà importantissima, ancor di più negli scontri diretti. Non credo che il Milan sia favorito, ma la squadra sta bene. Sembra che il momento più brutto sia alle spalle, la Champions ha dato sicurezza ma anche la Roma è in semifinale di Europa League. Si affronteranno due squadre con buoni organici. Ci sarà sicuramente equilibrio in questa bella sfida".

L'emergenza dei giallorossi in difesa potrà essere un fattore?

"Dopo un paio di anni in cui il Milan è sempre stato in emergenza, questa volta tocca alla squadra avversaria avere dei problemi. Credo che la Roma in ogni casa sarà in grado di mettere in campo una squadra di livello. Ovviamente il Milan punterà molto su Leao ma la squadra dovrà supportarlo".

Giroud dopo la botta subita potrebbe tornare già all'Olimpico. Lo rischierebbe come titolare?

"Dipende dalla situazione. Se Pioli e i medici gli diranno che c'è il rischio di peggiorare la situazione probabilmente lo preserverà. Il giocatore è molto serio, ha grande esperienza e decideranno".

Il Milan come dovrà arrivare alla semifinale di Champions contro l'Inter?

"Ho ricordi bellissimi del 2003. Non bisogna sprecare energie inutili, visto che si parla di questa partita da una settimana. Ci sarà tempo e modo di indirizzare tutte le energie verso questo doppio confronto. Pensarci adesso vorrebbe dire non essere pronti e non sfruttare il calendario del campionato. Il Milan però è una squadra esperta".

La Champions può essere una sorta di distrazione per il campionato?

"Può essere una distrazione. Quando si arriverà a queste due partite si potrebbe pensare anche ad un turn over. Prima della gara di ritorno c'è la trasferta a La Spezia. Questo però vale anche per l'Inter o anche la Roma e la Juventus in Europa League. Quando le squadre sono impegnate nelle coppe europee è normale che ci sia turn over".

In generale, è soddisfatto del percorso affrontato dal Milan in questa stagione?

"Il Milan è positivo da tre anni a questa parte. Ha vinto uno Scudetto, ha ottenuto un secondo posto ed è arrivato anche in semifinale di Champions League. Non so cosa si voglia e cosa si pretenda da questa squadra. Io sono molto contento del percorso intrapreso dal Milan e dei risultati ottenuti in queste ultime stagioni".

Pensa che sia arrivato il momento del ritiro per Zlatan Ibrahimovic?

"Il ragazzo è maturo, sa benissimo cosa fare. Quest'anno praticamente non ha giocato. A me piacerebbe rivedere Maldini, Baresi o Van Basten in campo. Purtroppo però non è possibile, ad un certo punto della vita si deve dire basta. Quel giorno sarà triste, perché non avremo più un grandissimo campione in campo".

Chi prenderebbe per rinforzare l'attacco rossonero?

"Non sono nella posizione giusta per fare nomi. La dirigenza lavora da questo di vista. Giroud è un attaccante maturo ma non è eterno. Penso che il Milan dovrà cercare un giovane di prospettiva all'altezza di questa maglia".