ESCLUSIVA MN - Colino (AS): "L'Atletico è in un momento difficile. Massimo rispetto per il Milan, Champions più bella con i rossoneri"

26.09.2021 18:00 di Nicholas Reitano  Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA MN - Colino (AS): "L'Atletico è in un momento difficile. Massimo rispetto per il Milan, Champions più bella con i rossoneri"
MilanNews.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

La nostra redazione, in occasione di Milan-Atletico Madrid, ha contattato in esclusiva Jesús Colino, giornalista ed inviato di AS che segue i Colchoneros. Ecco, di seguito, le sue parole:

Dopo anni di buio, il Milan è finalmente tornato nella sua casa. Ma come è visto oggi il marchio rossonero in Spagna?

"Il Milan è un club con un nome importante, ma allo stesso tempo oggi non è considerato come uno dei più forti d'Europa. Qualche anno fa il Milan era visto come una società con giocatori arrivati ​​all'ultimo treno in carriera. Ma ora è una squadra di tutto rispetto ed il loro ritorno in Champions League dà ancora più peso alla competizione".

L'Atletico tornerà ad avere a disposizione Joao Felix, squalificato in campionato. Invece il Milan ha da poco recuperato Olivier Giroud, uomo che era stato decisivo nelle prime giornate di Serie A. Chi potrà essere più decisivo nel corso della partita? Non dimenticando Suarez...

"L'Atletico è in un momento difficile, dove ci sono tanti giocatori che non hanno ancora un ruolo definito: non sono né titolari né riserve. E uno di questi è proprio Joao Felix, che al momento non è una prima scelta di Simeone. Ma il brutto momento di Griezmann gli potrebbe offrire qualche chance, anche se molto probabilmente giocherà l'ultima mezz'ora. Vuole rifarsi, soprattutto dopo l'ultima espulsione, e in Champions League si sono viste alcune delle sue migliori partite: come contro Lipsia, Salisburgo e Bayern Monaco. L'Atletico ha un pessimo ricordo di Giroud: lo scorso anno con il Chelsea segnò in rovesciata il gol dell'1-0".

La partita di Anfield, contro il Liverpool, ha dato un po' di consapevolezza alla squadra di Pioli. San Siro, questa volta, potrà essere l'alleato giusto, l'uomo in più, di questa partita per i giovani rossoneri?

"Lo sarà di sicuro. I calciatori si stanno ancora riadattando a giocare con il pubblico. L'Atletico è più forte quando il Wanda Metropolitano è pieno e sicuramente la situazione a Milano sarà la stessa".

Come crede che affronterà la partita Simeone? Il Milan è una squadra totale, che può giocare sia di possesso che di ripartenza...

"Lo 0-0 contro il Porto obbliga l'Atletico alla vittoria, una sconfitta contro il Milan sarebbe un duro colpo. Ma se la partita si dovesse mettere male, il pareggio potrebbe far comodo. I Colchoneros cercheranno di dominare la partita, soprattutto con i duelli a centrocampo e cercando di servire il più possibile Suarez".

Secondo lei, il Milan ha qualche possibilità di superare il girone?

"Dal sorteggio si era capito che sarebbe stato un gruppo molto difficile. Il Milan era la squadra più forte in quarta fascia e questo ha complicato il girone per tutti. Ha perso contro il Liverpool, ma non era lontano dal fare punti. I Reds potrebbero essere un punto avanti rispetto alle altre tre, ma nessuno può essere escluso, nemmeno dopo quello che accadrà martedì".