ESCLUSIVA MN - Collovati: "Piatek sfiduciato, serve Ibra. Romagnoli? Vi spiego l'errore"

11.11.2019 20:30 di Thomas Rolfi Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
ESCLUSIVA MN - Collovati: "Piatek sfiduciato, serve Ibra. Romagnoli? Vi spiego l'errore"

La buona prestazione del Milan non è bastata per uscire con un risultato positivo dall'Allianz Stadium. La redazione di MilanNews.it ha contattato Fulvio Collovati. Con l'ex difensore rossonero abbiamo analizzato le cause della sconfitta della squadra di Pioli contro la Juventus, di alcuni singoli come Romagnoli e Piatek. Infine anche una domanda di mercato su Zlatan Ibrahimovic.

Come giudica la prestazione del rossoneri a Torino?
"E' stato il miglior Milan della stagione, rapportato anche al valore dell'avversario. Non è bastato, però, per portare a casa un risultato positivo. Il problema, che va avanti da tutto l'anno, è che fai fatica a fare gol. Vanifichi tutto se non riesci a concretizzare. Il centrocampo con Bennacer, che ha dimostrato di essere uno su cui valga la pena investire, va bene. La difesa più o meno regge, anche grazie ad un Conti ritrovato e con la sicurezza Hernandez. Suso e Calhanoglu li stai ritrovando, il problema è la punta centrale".

Cosa sta succedendo a Piatek?
"La punta d'istinto, la prima cosa che fa, è vedere la porta. Se un attaccante come Piatek si mette a cercare il compagno più vicino, come fatto in area nel primo tempo con Calhanoglu, significa che è sfiduciato. Non si sblocca, ha bisogno di essere sostenuto. Non è una crisi che va avanti da un mese o due, ma da inizio campionato più la parte finale del girone di ritorno dello scorso anno. Sente la sfiducia attorno a lui, dell'ambiente dei media e dei tifosi. Penso che il Milan debba cominciare a cercare un'alternativa".

L'alternativa può arrivare dal mercato di gennaio con Ibrahimovic?
"In questo momento di transizione, perchè a gennaio è difficile trovare una punta da 15-20 gol, potrebbe essere la soluzione migliore. Lui ha motivazione, fame, il Milan ha bisogno di trovare credibilità lì davanti. Avere Ibrahimovic ti consente di avere peso in attacco".

Romagnoli era stato autore di un'ottima prestazione fino al gol di Dybala, poi però è risultato decisivo in negativo sulla rete del bianconero. Cosa avrebbe dovuto fare il capitano rossonero?
"E' stato troppo irruente, è uscito troppo presto. Avrebbe dovuto temporeggiare e aspettare un metro dietro, è stato troppo istintivo. Sono errori che migliori con l'esperienza quelli. Non essendo intervenuto sul pallone, sarebbe stato 'costretto' ad andare sull'uomo e avrebbe causato il rigore. In più era impostato male a livello di postura, era troppo piantato a terra".