ESCLUSIVA MN - Dionigi: "Ibra non si discute, riferimento in campo e nello spogliatoio. Derby? Milan sfovorito, ma..."

09.02.2020 17:00 di Gianluigi Torre Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
ESCLUSIVA MN - Dionigi: "Ibra non si discute, riferimento in campo e nello spogliatoio. Derby? Milan sfovorito, ma..."

La redazione di MilanNews.it ha contatto Davide Diongi, ex rossonero. Con lui abbiamo parlato di vari argomenti, tra cui l'arrivo di Ibra e quello che portato alla squadra, gli innesti di gennaio e il derby di questa sera.

Cos’ha portato Ibra a questo Milan?

"Forse il Milan ha bisogno di un giocatore di riferimento che non significa averlo solamente in campo. Uno può essere di riferimento anche in uno spogliatoio. Sicuramente il giocatore per età anagrafica non potrà essere quello dei tempi passati però è sempre un campione dal quale puoi prendere sempre il massimo. Ovviamente Ibrahimovic non si discute."

Oltre a Ibra sono arrivati anche Kjaer e Bogovic, è giusto puntare sui giocatori d’esperienza ora?

"Al di là dei giocatori, nella costruzione della squadra oggi si tende andare verso i giocatori giovani, come è anche giusto che sia, anche per la direzione per in cui va il calcio. A volte i giovani, come Leao, sono un'arma a doppio taglio: possono dire tanto ma possono anche toglierti tanto e quindi, quando ti accorgi che manca quel collante per poterli far maturare, vuol dire che non puoi puntare su questo tipo di giocatori"

Come vedi il derby?

"Ho militato nel Milan e quindi ho un pizzico di parte mia, però devo essere onesto e in questo momento l'Inter è superiore e lo dice la classifica, ma anche l'equilibrio il gioco. Arriviamo comunque alla solita frase "il derby è sempre un derby" e sappiamo che le motivazioni della squadra sulla carta più sfavorita aumentano di misura e vanno a colmare quelle distanze che in questo momento ci sono".