ESCLUSIVA MN - Maldera: "Suso in difficoltà, ma fondamentale per il Milan. Bakayoko mezzala? Meglio davanti alla difesa"

10.04.2019 17:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
ESCLUSIVA MN - Maldera: "Suso in difficoltà, ma fondamentale per il Milan. Bakayoko mezzala? Meglio davanti alla difesa"

La redazione di Milannews.it ha contattato in esclusiva Andrea Maldera, ex collaboratore e Match Analyst del Milan attualmente inserito nello staff tecnico dell'Ucraina di Shevchenko. Con lui, abbiamo parlato della prestazione dei rossoneri contro la Juventus, del prossimo match contro la Lazio, della convivenza tra Bakayoko e Biglia e del momento difficile di Suso. Ecco le sue parole: 

Sig. Maldera, al di là degli episodi arbitrali e delle polemiche che ci sono state, come giudica la prestazione del Milan contro la Juventus?
"Sicuramente è stata una prestazione migliore rispetto alle ultime, anche tenendo conto della forza dell'avversario. Il Milan ha affrontato questa partita con coraggio, con un'identità tattica ben chiara e un piano gara ben studiato. Devo dire che la prestazione è stata più che sufficiente. Magari la Juventus, nel primo tempo, non era molto concentrata, ma giocare a Torino non è mai facile. Mi è piaciuto il Milan contro i bianconeri e questo fa ben sperare per le prossime partite".

Sabato c'è uno scontro diretto per la Champions molto importante contro la Lazio. Che Milan si aspetta? 
"Il punto di forza del Milan deve essere la squadra più che i singoli. Io vedo una squadra molto unita e vicina al suo allenatore. Il valore aggiunto dei rossoneri deve essere proprio questo. Sabato mi aspetto un Milan che non tradirà le attese a livello di prestazione, poi è chiaro che il risultato a volte dipende anche da altri fattori. Sono convinto che il Milan farà una grande partita di voglia e di determinazione, cioè quei valori a cui Rino tiene molto".

Cosa deve temere il Milan della Lazio?
"A livello tattico, la Lazio è una squadra molto attenta alla fase difensiva. Gioca con il 3-5-2 o il 3-4-2-1, ma è in grado di adattarsi molto bene all'avversario. Soprattutto fuori casa, riesce ad essere più pericolosa perchè sa chiudersi bene e davanti hanno giocatori di qualità come Luis Alberto e Milinkovic-Savic. I biancocelesti non stanno vivendo un grande momento, ma sarà una sfida molto difficile per il Milan".

Quali sono i punti di forza dei biancocelesti? 
"A mio avviso, per la Lazio sono fondamentali soprattutto tre giocatori, cioè Leiva davanti alla difesa, Luis Alberto e Immobile".

In queste ultime settimane, si parla tanto della convivenza tra Bakayoko e Biglia. Secondo lei possono giocare insieme o sono uno l'alternativa dell'altro?
"Gattuso conosce meglio di tutti i giocatori perchè li vede tutti i giorni. Vedendo le ultime partite, secondo me il Milan, giocando con il 4-3-3, ha bisogno di due mezzali brave anche ad inserirsi, come per esempio Kessie e Calhanoglu. Bakayoko può fare la mezzala, ma ha meno capacità di inserimento e preferisce andare a prendersi il pallone. A Genova contro la Samp, nel primo tempo, il francese e Biglia non avevano fatto malissimo in fase di impostazione perchè alla fine diventava come un centrocampo a due. Se Gattuso vuole due mezzali brave ad attaccare gli spazi, ha bisogno di giocatori con determinate caratteristiche. Secondo me, in questo momento, in un 4-3-3, Bakayoko lo vedo meglio davanti alla difesa. Anche perchè il francese è molto bravo nella prima pressione in avanti, come in occasione del gol contro la Juventus".

L'ultima domanda che le faccio è su Suso. Che idea si è fatto sul suo momento difficile?
"Ha iniziato bene la stagione, ma negli ultimi mesi sta trovando parecchie difficoltà, anche se non è facile capire se sia più una questione mentale o di condizione fisica. Quello che posso dire comunque è che, in questo Milan, Suso è un giocatore molto importante anche se non è in grande condizione perchè ha grande qualità e può essere determinante in un qualsiasi momento. Gattuso sa che la sua squadra ha bisogno della qualità dello spagnolo. Vedo Suso ancora più decisivo di Castillejo, che è un buon giocatore ma secondo me l'ex Liverpool è più utile".