ESCLUSIVA MN - Mancini (Dazn): “Il Milan sa come sostituire Leao. Partite come quelle di Genova, anni fa, non si sarebbero portate a casa”

13.09.2022 17:00 di Redazione MilanNews Twitter:    vedi letture
Fonte: Intervista di Peppe Gallozzi
ESCLUSIVA MN - Mancini (Dazn): “Il Milan sa come sostituire Leao. Partite come quelle di Genova, anni fa, non si sarebbero portate a casa”
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Riccardo Mancini, giornalista e voce di Dazn, ha risposto alle domande di MilanNews.it, facendo il punto sul campionato anche e soprattutto in vista del big match tra Milan e Napoli in programma domenica 18 settembre alle 20.45 a San Siro

Mancini, questa Serie A sta dimostrando che anche nella singola partita bisogna sudarsi ogni singolo punto?

“Penso proprio di sì perché si è alzato il livello delle cosiddette medio-piccole. Oltretutto le big non sono ancora al top della condizione e, quindi, ritengo normale che in questo inizio qualcosa possano pagare. Guardando a Milan, Napoli e Inter anche se le vittorie sono arrivate a fatiche hanno evidenziato, ancora, che hanno tutto per lottare fino alla fine per il titolo”.

Il successo del Milan come lo ha letto?

“Una vittoria da grande squadra, da squadra matura che sa il fatto suo. Fino ad un paio di anni fa il Milan, in quelle condizioni, non avrebbe vinto la partita. A Genova ha avuto una reazione importante dove sono emersi valori e consapevolezza. Il lavoro di Pioli è stato straordinario e si vede anche sotto questi aspetti”.

Avere un attaccante esperto come Giroud può aiutare in certi contesti?

“L’esperienza pesa e pesa soprattutto in quelle occasioni. La Sampdoria era rientrata e stava diventando pericolosa. Giroud, in tal senso, oltre al rigore si è rivelato fondamentale punto di riferimento per i compagni. Ricordo ancora lo scetticismo quando arrivò a Milano, uno scetticismo messo tacere a suon di gol”.

Leao-Osimehn, tra Milan e Napoli chi paga più l’assenza dei suoi uomini chiave?

“Il Napoli perché non ha un vero e proprio sostituto del nigeriano. Simeone ha un tipo di gioco diverso che Spalletti dovrà adattare. Il Milan non ha un compito facile a sostituire Leao ma ha un grande assetto corale e può uscirne da squadra. Sono assenze pesanti ma forse il Napoli è più penalizzato”.

Dal Milan si aspetta una risposta forte anche in Europa?

“Deve trovare un po’ di continuità. Un’eventuale vittoria con la Dinamo Zagabria mercoledì potrebbe dare grande spinta anche in campionato. E’ un passaggio fondamentale per la formazione rossonera”.