Ielpo su Liverpool-Milan: "Ho sentito e letto di gap tecnico ma io questo gap non l'ho visto"

17.09.2021 00:12 di Enrico Ferrazzi Twitter:    vedi letture
Ielpo su Liverpool-Milan: "Ho sentito e letto di gap tecnico ma io questo gap non l'ho visto"
MilanNews.it
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

"Il Milan all'inizio ha rischiato di essere travolto dai ritmi del Liverpool, ma non dalla tecnica. Ho sentito e letto di gap tecnico ma io, francamente, questo gap non l'ho visto". Comincia così l'intervista a Mario Ielpo, ex portiere che ieri ha seguito il ritorno dei rossoneri in Champions e oggi ha analizzato Liverpool-Milan 3-2 per TMW. "Qualche giocatore del Milan non era pronto, si è fatto trovare un po' impreparato. Abbiamo visto Kjaer e Tomori all'altezza della situazione, gli altri un po' più timidi. Poi con due azioni di grande tecnica il Milan ha fatto due gol incredibili. Il problema è che ci sono sono stati tre errori clamorosi".

Quali sono stati a suo avviso?
"Il primo che non ha detto nessuno è stato quello di Theo Hernandez sul calcio d'angolo, lì non puoi andare in fuorigioco e se vai sul'1-3 è un'altra partita. Il gol di Salah ci può anche stare, magari dovevano essere un po' più furbi. Sul 3-2, infine, la respinta lì non aveva alcun significato, era una palla bassa. Questi tre errori hanno cambiato la partita. Poi nel finale i cambi del Milan non sono stati decisivi, anche perché già davanti c'erano assenze importanti e Pioli non ha potuto mettere dentro ricambi all'altezza".

Come si allena questa differenza di ritmo con le squadre inglesi?
"Ma non tutte le partite sono contro il Liverpool ad Anfield che tornava col pubblico a pieno regime. Era una partita un po' particolare per tutti. Poi, sinceramente, ho letto di inizio shock, sembra che il Milan abbia preso 100 tiri in porta nei primi minuti ma non è così. Il Milan non riusciva a giocare, però i gol sono arrivati su un'autorete e su un rigore che ci sta a termini di regolamento, ma non era certo una situazione disperata. Su quelle due cose il Milan è stato sfortunato, ci stava all'inizio sentire l'aggressività del Liverpool. I Reds hanno dominato la prima parte di gara ma come è normale che fosse..."