LA LETTERA DEL TIFOSO: "Il mio Milan con Rangnick" di Francesco

23.05.2020 00:36 di Redazione MilanNews Twitter:    Vedi letture
Fonte: scrivi a laletteradeltifoso@milannews.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
LA LETTERA DEL TIFOSO: "Il mio Milan con Rangnick" di Francesco

Ciao, mi chiamo Francesco e pensavo perché non dare pieni poteri a Rangnick e il prossimo anno giocare con:

- G. Donnarumma Begovic e Plizzari in porta
- Calabria e Conti a destra perché secondo me la priorità non è un terzino, Theo e Laxalt a sinistra. Al centro, invece, Romagnoli-Kjaer più i giovani Duarte e Gabbia, magari prendendo Ajer dal Celtic e facendo cassa con Musacchio.
- a centrocampo farei restyling cedendo a malincuore Bonaventura più Paquetà, perché è stata una scommessa fallita, Biglia e Krunic, ripartendo da Bennacer e Kessie, perché è l'unico centrocampista con forza fisica e corsa, magari acquistando Castrovilli e Szoboszlai. Anche se il sogno rimarrebbe Tonali più i due canterani Brescianini e Pobega
- per quanto riguarda l'attacco non confermerei Ibra, perché per quanto abbia fatto bene secondo me lui, così come Thiago Silva, sono due giocatori che andavano tenuti 7/8 anni fa, non presi adesso. Terrei Leao, riscatterei Rebic e comprerei uno tra Jovic, Milik o Belotti, col polacco in pole position. Invece per quanto riguarda Castillejo e Calhanoglu ne terrei solo uno e come alternative sarebbe bello venissero De Paul e uno tra Under e Bernardeschi.

Secondo me sarebbe una squadra molto forte e competitiva oltre che duratura e giovane con tanti giocatori di qualità e rivendibili in futuro al doppio triplo o, perché no, anche qualcosa in più. Maldini rimarrà sempre nei nostri cuori rossoneri, ma non è competente quanto Rangnick in quel ruolo. Al massimo potrebbe fare l'uomo immagine come Zanetti all'Inter. Sarebbe una squadra che non avrebbe nulla da invidiare a Lazio, Roma e Atalanta. Una squadra da 4 posto, insomma, dopo tanti troppi anni lontani dalla Champions.

Comunque vada ieri oggi domani sempre MIIILAAAN .Grazie ed un saluto a tutti noi ultrà del Diavolo.

Francesco da Cuneo