Pioli a MTV: "Ingiusti i paragoni Tatarusanu-Gigio, ha la fiducia di tutti"

28.10.2020 19:00 di Matteo Calcagni Twitter:    Vedi letture
© foto di PHOTOVIEWS
Pioli a MTV: "Ingiusti i paragoni Tatarusanu-Gigio, ha la fiducia di tutti"

Stefano Pioli è stato intervistato da Milan TV alla vigilia della sfida di Europa League contro lo Sparta Praga.

Sull'avversario: "Non bisogna mai sottovalutare nessuno, soprattutto in campo europeo. Lo Sparta Praga ha vinto tutte e sei le gare di campionato, è una squadra che gioca un calcio intenso, è veloce, moderna, dà pochi punti di riferimento, ci saranno tante difficoltà dentro la gara di domani sera, per questo dobbiamo prepararci bene".

Sul momento: "Lavoriamo per ottenere dei risultati, per crescere, per diventare sempre più competitivi. Il fatto di avere raggiunto questi risultati dà più convinzione e forza al nostro lavoro, è su questo che dobbiamo continuare a insistere, perché siamo solamente ad inizio stagione e perché questo è solo un risultato parziale, noi vogliamo conquistare un risultato definitivo a fine stagione".

Sull'insegnamento del post lockdown: "Il finale della scorsa stagione ci ha impegnato tantissimo, ci ha abituato anche a lavorare con così tante partite, a cercare di recuperare bene e preparare in poco tempo ma con accuratezza ogni singola partita. E' quello che stiamo cercando di fare quotidianamente, tutte le settimane, gli impegni sono tanti, è quello che volevamo, non ci tiriamo indietro e pensiamo ad una partita alla volta".

Su Tatarusanu: "E' un professionista esemplare, è un ottimo portiere, credo non siano giusti i confronti con Donnarumma, sono due giocatori nello stesso ruolo con caratteristiche importanti. Ha la mia completa fiducia e dei suoi compagni, non abbiamo tempo per fare processi, abbiamo solamente tempo per cercare di valutare bene il nostro lavoro e cercare di capire anche certi errori per cercare di migliorare quello che stiamo facendo".

Su Leao e Theo Hernandez: "Stiamo parlando di due giocatori molto giovani che ancora devono riempire il loro bagaglio, sia dal punto di vista tecnico e tattico, sia dal punto di vista caratteriale, ma che hanno sicuramente qualità importanti, devono continuare a crescere e a volere questi miglioramenti e a lavorare con grande applicazione. Sono fortunati perché hanno del talento ma sanno benissimo, sappiamo tutti benissimo, che il talento da solo non basta per raggiungere grandi risultati se non accompagnato da un lavoro, da una passione, da una dedizione quotidiana".

Sugli obiettivi: "Noi siamo qui per cercare di migliorare la passata stagione, credo che nessuno di noi sarebbe contento se alla fine di questa arrivassimo ancora sesti o peggio. Bisogna migliorare, per migliorare bisogna cercare di competere con le squadre che ci sono arrivate davanti. In Italia il campionato è molto difficile, i risultati delle squadre italiane in Champions League lo stanno dimostrando, quindi noi dobbiamo continuare a crescere, ad essere molto competitivi e continuare partita per partita per cercare di migliorare il nostro piazzamento finale".