Baresi e i Mondiali del 1994: "Eravamo un grande gruppo. Dopo l'infortunio al menisco mai avrei pensato di giocare un'altra partita"

15.10.2021 22:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    vedi letture
Baresi e i Mondiali del 1994: "Eravamo un grande gruppo. Dopo l'infortunio al menisco mai avrei pensato di giocare un'altra partita"

Durante la presentazione su Sky della sua autobiografia "Libero di sognare", Franco Baresi è tornato sui Mondiali del 1994 e sul suo infortunio al menisco: "Il mister dopo l'operazione mi viene a trovare in camera e mi dice: 'Franco, se vuoi rimanere, rimani, noi siamo felici. Però sappi che dobbiamo arrivare fino in fondo, se in caso tu potessi giocare ancora'. E allora decisi di rimanere, ma mai avrei pensato di giocare una partita, al di là che l'Italia sarebbe andata avanti, che sarebbe arrivata in fondo. Quindi rimasi col gruppo e piano piano feci le mie cure tranquillamente, i miei esercizi, vedevo la squadra che soffriva, perché chi ricorda quel Mondiale, ogni partita era una sofferenza, perché il clima ...le partite che abbiamo vissuto, perché sia con la Nigeria, sia con la Spagna sono state sempre partite dentro o fuori, a rischio e quindi veramente quel gruppo tante volte è stato poco nominato e ha avuto poche soddisfazioni, ma credo che quel gruppo lì invece ha fatto un Mondiale secondo me straordinario, al di là che era un calcio che magari tanti pensavano di poter fare, perché avevamo Sacchi come allenatore, potevamo e dovevamo ...invece in quel contesto credo che abbiamo fatto grandi cose e siamo riusciti ad arrivare fino in fondo perché c'era un gruppo veramente solido, sia moralmente, ma anche sul piano del temperamento".