Pagelle - Leao, record e prestazione matura. Theo è devastante. Bene Kalulu-Romagnoli

20.12.2020 17:15 di Pietro Mazzara Twitter:    vedi letture
Pagelle - Leao, record e prestazione matura. Theo è devastante. Bene Kalulu-Romagnoli
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Queste le pagelle di Sassuolo-Milan:

G. Donnarumma 6,5: è il vocalist della difesa, non smette mai di parlare e di farsi sentire dai compagni. Hauge esce dal campo col mal di testa per i rimbrotti che si è preso da Gigio, soprattutto sul gol del Sassuolo causato da un distaccamento del norvegese dalla barriera. Bella la parata in estensione sulla sassata di Bourabia.

Calabria 6: partita ordinata, soprattutto perché sa bene che il Sassuolo può attaccare in massa e stringe gli spazi tra lui e Kalulu. Buona una diagonale difensiva nel finale di partita a neutralizzare un suggerimento di rimorchio offerto da Boga ai compagni in area.

Kalulu 6.5: prestazione di grande qualità da parte di Pierre, che in entrambi i tempi si prende cura della prima punta del Sassuolo. Tiene a bada Defrel e non soffre su Caputo. Molto bene.

Romagnoli 6.5: ci sono le sue gambe sul salvataggio nel primo tempo in cui evita che il Sassuolo possa bucare Donnarumma. Guida Kalulu ed è attento fino alla fine. Stende Boga causando la punizione del gol di Berardi.

Theo Hernandez 7.5: è spaventoso per la costanza con la quale strappa sulla sua corsia di competenza. Mette in porta Saelemaekers e ara Toljan e anche Muldur quando prende il posto del compagno. Gli si perdonano almeno tre scelte errate in fase di rifinitura. In fase difensiva, Berardi, non lo salta mai.

Kessie 6,5: il giallo che prende gli farà saltare la Lazio e questa è la cattiva notizia della gara. Conferma il suo essere leader in mezzo al campo, gestendo bene i contrasti pur gravato dall’ammonizione.

Tonali 6.5: è dentro la partita insieme ai compagni e si butta anche senza palla. Esce per un risentimento all’adduttore destro e questa è la seconda brutta notizia di giornata (dal 46’ Krunic 6: rispetto alle ultime apparizioni, si butta nella lotta e dovrà farlo anche contro la Lazio).

Saelemaekers 7: segna il gol dello 0-2, si mangia quello dello 0-3 ma è impressionante la sua presenza occupatrice in fase di non possesso, dove stringe sempre le linee di passaggio dei padroni di casa, portandoli a dover ripartire da dietro. (dal 79’ Castillejo sv).

Calhanoglu 7: è il conduttore dell’azione del gol più veloce della Serie A dove trova benissimo il corridoio e mette a Leao il pallone con i giri giusti. È il regista della squadra e si vede che è leader. Gli annullano un gol per un non nulla di fuorigioco di Saelemaekers. (dall’86’ Maldini sv).

Brahim Diaz 6: primo tempo bene, visto che apre la strada a Theo Hernandez per l’assist dello 0-2. Sgusciante, ma quando arriva al limite dell’area, è ancora un po’ leggero. (dal 57’ Hauge 5: entra non al top e commette tanti errori, non ultimo quello sulla punizione di Berardi dove si stacca dalla barriera e mette il pallone alle spalle di Donnarumma. Mette alla frusta Consigli, ma non basta).

Leao 7.5: oltre al gol più veloce della Serie A e dei campionati europei, fa una partita di grande maturità, che fa aumentare i rimpianti per quelle dei giorni scorsi. Legge benissimo le situazioni, apre spazi difficili da vedere e lotta fino alla fine con scelte intelligenti. Questo è il Rafa che tutti vogliono vedere.

All. Pioli 7: scoperchia la partita con uno schema su calcio d’inizio, la sua squadra sa sempre cosa fare e si è visto, dopo qualche gara, una squadra che sa come giocare la davanti anche senza Ibrahimovic. Una vittoria che mette a tacere qualche malumore social.