Pagelle - Meite-Calha, errore fatale. Bene la coppia di difesa e lo spirito di squadra

18.03.2021 23:15 di Pietro Mazzara Twitter:    vedi letture
Pagelle - Meite-Calha, errore fatale. Bene la coppia di difesa e lo spirito di squadra
MilanNews.it
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Queste le pagelle di Milan-Manchester United:

G. Donnarumma 6: attento con i piedi e sui cross bassi ed alti. Pogba lo fa secco da pochi metri e dopo aver recuperato un pallone incredibile al limite dell’area piccola.

Kalulu 6,5: inizia con una bella chiusura su Shaw, prosegue la sua gara in crescendo e sganciandosi spesso e volentieri in attacco. (dal 64’ Dalot 6: subentra a Kalulu e fa il suo).

Kjaer 6,5:  Rashford era l’uomo più temuto, come a Old Trafford con Martial, lo annienta. Legge tutte le palle in anticipo, imposta la manovra e guida la squadra con l’esempio.

Tomori 6,5: altra prova di sostanza di Fikayo. Nella sua zona c’è il semaforo rosso sempre. Fa tutto quello che deve in chiusura e quando c’è da avviare l’uscita dal pressing.

Theo Hernandez 6: all’inizio deve registrare i cavalli di James, poi gli prende le misure e lo costringe a stare più basso. Crea almeno due occasioni, una per tempo, che tuttavia non trovano la destinazione sperata.

Meite 5: primo tempo ottimo, poi il patatrac. Si addormenta sul pallone che anche Calhanoglu non riesce a pulire con la sfera che poi arriva a Pogba che segna il gol della vittoria ospite. Un errore importante così come è impreciso nell’arrembaggio finale.

Kessie 6: il presidente non si tira indietro nella lotta in mezzo al campo e vince il duello diretto con Fred. Nella ripresa è stanco e si vede, ma non molla mai.

Saelemaekers 6: scalda le mani a Henderson con un destro insidioso nel primo tempo, dove fa spesso il trequartista centrale in un attacco che non ha dato punti di riferimento alla difesa ospite. Ci prova anche nella ripresa.

Calhanoglu 5: i suoi errori sono pesantissimi ai fini del risultato finale. Si mangia un gol clamoroso nel primo tempo, ciabattando maldestramente un pallone che era sbucato nella sua zolla di competenza nell’area dello United. Nel secondo tempo, insieme a Meite, si dimentica di spazzare il pallone che poi Pogba tramuta in gol. Non calibra un piazzato che sia uno come si dovrebbe.

Krunic 5,5: tanto movimento, ma anche lui si mangia un’occasione importante in chiusura della prima frazione di gioco. Henderson gli dice di no subito dopo il vantaggio dello United. (dal 72’ Brahim Diaz 6: entra per l’assalto finale e per dare qualità. Apre un corridoio interessante per Theo).

Castillejo 6: onestamente è da apprezzare il sacrificio che ha fatto in attacco. Si è sbattuto, ha corso per quattro, ha cercato il dialogo e di aprire i corridoi per i compagni. Con il Milan sotto, giusto chiamarlo fuori dalla lotta. (dal 64’ Ibrahimovic 6: entra a punteggio sbloccato dal compagno di scuderia Pogba. Impegna Henderson di testa, ma poi non gli arrivano più rifornimenti. Con la sola presenza in area di rigore, ha tenuto ancor più basso lo United).

All. Pioli 6: a giocare le gare importanti della stagione con le seconde e terze linee non è semplice. Il Milan esce immeritatamente, con tanto rammarico per le occasioni sprecate e per i giocatori non avuti a disposizione. Unica nota di discussione: perché perseverare con Meite con Tonali e Bennacer in panchina per dare qualità nell’assalto finale?