Castillejo, due stop nei momenti migliori: può essere un titolare anche nel 2020/21?

02.04.2020 20:00 di Matteo Calcagni Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Castillejo, due stop nei momenti migliori: può essere un titolare anche nel 2020/21?

Uno dei giocatori più positivi del 2020 è stato sicuramente Samu Castillejo, diventato titolare dopo il trasferimento di Suso al Siviglia. L'andaluso di Malaga ha sofferto la concorrenza del connazionale nell'anno e mezzo precedente: 11 da titolare nella scorsa stagione, solo 3 in quella attuale prima della partenza del numero 8. Già nel 2018/19, quando Suso mostrava segnali di cedimento, l'ex Villareal avrebbe potuto (e dovuto) giocare di più, ma il vero paradosso è in questa annata, dove il classe '93 non ha mai convinto e nonostante questo è quasi sempre sceso in campo dall'inizio.

I DUE STOP - A novembre, nel match contro la Lazio, Stefano Pioli aveva premiato Castillejo con la titolarità, lasciando Suso in panchina. Il numero 7 si è fatto valere, tanto da essere tra i più propositivi dei rossoneri, ma si è fermato a causa di un infortunio al bicipite femorale. Lo spagnolo è rientrato già ad inizio dicembre, ma ha disputato solo alcuni brevi spezzoni nei match contro Bologna, Sassuolo e Atalanta. Senza quel guaio muscolare probabilmente avremmo avuto in anticipo l'avvicendamento tra Samu e Suso, arrivato soltanto a gennaio (anche) causa mercato. Due mesi di buon livello, gennaio e febbraio, poi un altro stop, per ragioni di forza maggiore, causa pandemia Coronavirus.

OCCHIO AL FUTURO - Castillejo è uno dei rossoneri che avrebbe giovato maggiormente del prosieguo di questa stagione: qualora l'andaluso si fosse confermato su certi livelli per altri due/tre mesi, il Milan avrebbe potuto valutare con maggior consapevolezza come muoversi in estate. Il classe '95, per quanto visto fin qui, può essere un titolare in vista della prossima stagione? Difficile dirlo ora, soprattutto se il campionato non dovesse riprendere. Molto dipenderà anche dal nome dell'allenatore: se dovesse essere ancora Pioli, Castillejo avrebbe ottime chance di mantenere il posto. Viceversa tutto potrebbe cambiare, sebbene le risorse economiche difficilmente permetteranno particolari upgrade.