CorSera - Milan, più trattative aperte per il nuovo socio: Mr.Li vuole spuntare le condizioni migliori

15.06.2018 07:57 di Enrico Ferrazzi Twitter:   articolo letto 29558 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
CorSera - Milan, più trattative aperte per il nuovo socio: Mr.Li vuole spuntare le condizioni migliori

Dopo aver rifiutato per mesi ogni ipotesi di rifinanziamento del debito contratto con il fondo Elliott in quanto riteneva poco convenienti le condizioni che gli erano state offerte, Yonghong Li ha aperto le porte all’ingresso nel Milan di un nuovo socio di minoranza e ora questa vicenda potrebbe essere arrivata ad un punto di svolta. Il viaggio a Milano di un paio di settimane fa ha dato l’accelerata giusta, anche se la scelta definitiva non è ancora arrivata.

PIU’ TAVOLI APERTI - Lo riferisce questa mattina il Corriere della Sera che spiega che sono aperte più trattative e Mr.Li sta cercando di spuntare le condizioni migliori. Per questo motivo, nelle ultime ore si stanno alternando voci di accelerazioni a quelle di frenate. Al momento, in vantaggio sembra essere sempre la pista che porta ad un imprenditore americano, la cui identità resta ancora misteriosa. Difficilmente, questa vicenda si chiuderà entro l’udienza con la camera giudicante dell’Uefa in programma martedì, però il Milan potrebbe comunque presentarsi a questo appuntamento con in mano qualche documento vincolante. Purtroppo non è detto che questo possa bastare per evitare l’esclusione dalle coppe europee, ma eventualmente il club di via Aldo Rossi si giocherà la carta del nuovo socio nel ricorso al Tas.

OGGI CDA - Nella giornata di oggi è intanto in programma a Casa Milan il Cda della società milanista, nel quale in teoria questo argomento non dovrebbe essere affrontato: il Consiglio certificherà infatti la chiusura del bilancio con una perdita di 75 milioni, ratificherà l’arrivo della precedente tranche di 10 milioni di aumento di capitale e si chiederà anche conto del versamento degli ultimi 32 milioni, che dovranno essere depositati entro il 28 giugno.