Financial Times - Superleague in contatto con Amazon, Sky e Facebook per i diritti televisivi della competizione

19.04.2021 15:34 di Pietro Andrigo Twitter:    Vedi letture
Financial Times - Superleague in contatto con Amazon, Sky e Facebook per i diritti televisivi della competizione
MilanNews.it

La nascita della Superleague ha sconvolto il mondo del calcio che, da alcune ore, è travolto da un susseguirsi di notizie sulla nuova competizione. L'autorevole Financial Times ha fatto il punto sulla situazione riportando anche alcuni dettagli circa la sussidiarietà dei rapporti tra i club della Superlega e e le altre squadre e della questione diritti tv. Questa una sintesi dell'articolo: "Gli organizzatori della Super League hanno tenuto le prime discussioni con le emittenti riguardo la competizione cercando di assicurarsi accordi con società del calibro di Amazon, Facebook, Disney e Sky, di proprietà di Comcast, che potrebbero aumentare i ricavi annuali sino 4 miliardi di euro all'anno. Questo è circa il doppio dell'importo guadagnato dalla Champions League, la massima competizione annuale per club del continente.  La convinzione che tali proiezioni siano realistiche è dovuta al fatto che le 200 nuove partite europee all'anno saranno giocate infrasettimanalmente e presenteranno solo le migliori squadre del mondo che hanno una fanbase globale.

I club della Super League cercheranno di continuare a giocare nei loro rispettivi campionati nazionali, ma avrebbero bisogno dell'approvazione di gruppi come la Premier League inglese e la Liga spagnola per farlo.  Ma i club della Super League hanno promesso di fornire circa 400 milioni di euro in "sovvenzioni di solidarietà" a squadre e organi di governo in altre competizioni, un grande aumento dei fondi forniti attraverso le attuali competizioni europee e il denaro che sperano possa convincere le autorità calcistiche ad evitare una lunga lotta sul progetto.

Il pagamento iniziale non dovrebbe essere considerato come un "bonus di benvenuto", ma invece è un anticipo sui ricavi futuri che dovrà essere rimborsato se un club sceglie di lasciare la competizione. I 15 membri permanenti della lega saranno congiuntamente proprietari di una società di nuova costituzione in Spagna che condividerà tutti i futuri diritti di media e sponsorizzazione derivati dalla competizione. Anas Laghrari, un banchiere della società di consulenza spagnola Key Capital, è stato nominato segretario generale della Super League. Ha stretti legami con il presidente miliardario del Real Madrid, Florentino Pérez, che è stato nominato presidente della competizione ed è la forza trainante dietro i piani.

Persone informate sull'accordo hanno detto che i prossimi club da cercare come "membri permanenti" sarebbero il Bayern Monaco e il Borussia Dortmund in Germania e il Paris Saint-Germain in Francia, anche se finora hanno respinto qualsiasi approccio. Altri cinque club saranno invitati a giocare nel campionato a 20 squadre ogni stagione, anche se dovranno qualificarsi per la competizione. Il denaro per lanciare il campionato sarà fornito da JPMorgan Chase, che si è impegnata a sottoscrivere una "sovvenzione infrastrutturale" di 3,25 miliardi di euro che sarà condivisa tra i club come un "bonus di benvenuto" per l'adesione alla competizione.  La banca d'affari statunitense ha fornito un accordo di finanziamento del debito ammortizzato in 23 anni e garantito dai futuri diritti di trasmissione della competizione, hanno detto persone a conoscenza dei termini. I club ribelli hanno accettato di pagare 264 milioni di euro all'anno per pagare il debito, una cifra che include il tasso di interesse del 2-3% che il prestito porterà."