Galliani: "Pato incedibile. Kakà difficile che torni. Berlusconi fondamentale per il Milan"

Dall'inviato al NHow Hotel di Milano, ANTONIO VITIELLO. In redazione, PIETRO MAZZARA.
15.10.2010 12:17 di Pietro Mazzara   vedi letture
Galliani: "Pato incedibile. Kakà difficile che torni. Berlusconi fondamentale per il Milan"
MilanNews.it
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

E sull'utlima battuta di Adriano Galliani si conclude la diciassettesima edizione della conferenza commerciale del Milan. Molti gli spunti emersi in questo evento che approfondiremo, come sempre, nelle prossime ore.

- Ancora Galliani: "Da tifoso del Milan ringrazio sempre il presidente Berlusconi. Quest'anno dobbiamo fare molto bene".

- Sui contratti in scadenza: "Oggi parlo solo di sponsor. L'Audi A1 AC Milan è un auto che la casa automobilistica ha fatto solo per la società e verrà presentata domani in occasione di Milan-Chievo".

- Su Messi a Milano: "Non illudiamoci, Messi era qui solo per un'operazione d'immagine con Dolce & Gabbana. Ha una clausola rescissoria di 150 milioni di euro ed il Barcellona fattura il doppio del Milan quindi non illudiamoci".

- Sullo stadio: "Con l'Inter e con il comune di Milano ci impegneremo a far diventare San Siro uno stadio d'elite. In questo momento San Siro non può ospitare la finale della Champions League. In Italia, solo l'Olimpico di Roma vanta le cinque stelle UEFA".

- Su Pato ammette: "In estate il Barcellona voleva fare lo scambio Pato-Ibra ma Alexandre è assolutissimamente incedibile e ci tengo a dire che non c'è stata alcuna offerta per lui dal Manchester City. Ripeto, è incedibile"

- Su Kakà Galliani afferma: "E' difficile un suo ritorno ma non credo sia elegante parlare di questo a quattro giorni dalla partita con il Real. Lui, in Spagna, grazie alla fiscalità spagnola, ha dei vantaggi ed un contratto più ricco".

- La parola passa ad Adriano Galliani il quale inizia a rispondere alle domande dei giornalisiti. Sugli arrivi di Ibrahimovic e Robinho afferma: "La svolta è stata l'amore e la passione del presidente Berlusconi per questa squadra. I due giocatori non sono delle spese ma degli investimenti. I soldi li recuperiamo dagli abbonamenti e dagli sponsor. L'operazione Ibrahimovic è in linea con il Fair Play finanziario".

- Sui social network, la Masi aggiunge: "Siamo il club con il maggior numero di iscritti alle nostre pagine ufficiali su Facebook e Twitter ed anche sul portale Flickr, dedicato solo alle fotografie. Lo scopo è quello di avere un maggior coinvolgimento dei tifosi sia allo stadio che tramite i media"

- "Cuore rossonero permetterà ai propri possessori di poter essere utilizzata anche all'estero ed il Milan sarà la prima società italiana a fare una cosa simile. Abbiamo migliorato la nostra webtv, Milantime, con più video, più approfondimenti ed eventi. Grande spazio è riservato alla primavera. Milan Time sarà un grande archivio per tutti i tifosi e, molto presto, inizieremo a pubblicare i video anche in lingua straniera, anche in cinese".

- La Masi aggiunge: "Il nostro sito ufficiale, molto presto, verrà dotato di biglietteria online e sarà possibile caricare direttamente sulla carta Cuore Rossonero il proprio biglietto. Inoltre è stata sviluppata una nuova sezione interamente dedicata al settore giovanile ed alla primavera"

- Prende la parola Laura Masi, responsabile del marketing della società di via Turati che afferma: "Il Milan Media Factory è una grossa ed importante iniziativa nata in collaborazione con Infront Italia. Da quest'anno sono diminuiti gli sponsor che associano il loro marchio al brand Milan ma ne è aumentata la qualità".

- Il presidente di Infront Italia, Marco Bogarelli, spiega le nuove strategie mediatiche del Milan mettendo in evidenza il ruolo del Milan Media Factory ossia il network che riguarda il mondo rossonero che gravita in maniera principale intorno al nuovo sito ufficiale ma anche intorno agli altri canali di comunicazione ufficiali della società. Il Milan, anche grazie ai nuovi acquisti, continua Bogarelli, ha acquisito maggior visibilità soprattutto in Brasile, Africa e Giappone ed ha rafforzato la sua immagine in oltre 100 paesi nel mondo.

- Prima di passare la parola a Bogarelli, Galliani annuncia che domani sarà a San Siro e martedì a Madrid.

- Galliani si sposta sul settore marketing affermando: "Il Milan è primo in Italia per ciò che riguarda il marketing con una serie di sponsor Top Mondo. Inoltre, il Milan è la squadra con il maggior appeal mediatico essendo la squadra più vista al Mondo"

- Adriano Galliani ha aperto la diciassettesima edizione della conferenza commerciale parlando dei botti del mercato milanista ossia Ibrahimovic e Robinho: "I due colpi di mercato hanno aumentato i ricavi del Milan e tutto il mondo ne ha parlato. Il Milan crede molto nei brasiliani sotto tutti i punti di vista"

11:19 - I giornalisti stanno per entrare nella sala del NH Hotel di Milano per assistere alla conferenza commerciale di A.C. Milan ed Infront. Presenti Adriano Galliani, con vistoso tutore, il presidente di Infront Italia, Marco Bogarelli, il DS rossonero Ariedo Braida e la bandiera milanista Franco Baresi.