Gazzetta - Da Saelemaekers a Leao: grazie a Pioli molti giovani oggi valgono un tesoro

11.11.2021 10:03 di Salvatore Trovato   vedi letture
Gazzetta - Da Saelemaekers a Leao: grazie a Pioli molti giovani oggi valgono un tesoro
MilanNews.it
© foto di DANIELE MASCOLO

La svolta, per il Milan, è arrivata nel 2019, prima dell’arrivo di Ibrahimovic e Kjaer. I due hanno dato una spinta al progetto di Pioli, ma è stato il tecnico il vero artefice della scalata rossonera. Come sottolinea La Gazzetta dello Sport, il “Normal One” che sembrava di passaggio è diventato la chiave di volta della rinascita milanista.

Talenti valorizzati
Dalla gestione del gruppo alla valorizzazione dei giovani, che oggi valgono un tesoro: c’è lo zampino di Pioli nella crescita, ad esempio, di Rafael Leao, ma anche nell’esplosione di Alexis Saelemaekers, arrivato in Italia da perfetto sconosciuto e ora costantemente tra i convocati della nazionale belga. E gli esempi sono davvero tanti, da Theo Hernandez a Brahim Diaz, passando per Tomori, Bennacer e lo stesso Kessie, che proprio con Pioli ha ritrovato la sua vera dimensione in campo.

Tutti con il mister
L’allenatore emiliano ha plasmato la squadra convincendo i giocatori delle sue idee. Ed è riuscito a coinvolgere tutti. Basta vedere Romagnoli, il quale ha accettato le nuove gerarchie in difesa senza fare problemi. Insomma, Pioli ha dimostrato di essere una vera guida e un punto di riferimento anche nello spogliatoio. E il Milan se lo tiene stretto.