Gazzetta - Giroud: "Lo scudetto è un sogno, Ibra è un fratello maggiore. Futuro? Voglio restare ancora un po' al Milan"

23.03.2022 07:53 di Enrico Ferrazzi Twitter:    vedi letture
Gazzetta - Giroud: "Lo scudetto è un sogno, Ibra è un fratello maggiore. Futuro? Voglio restare ancora un po' al Milan"
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Se il Milan è primo in campionato a otto giornate dalla fine deve dire grazie anche ad Olivier Giroud e ai suoi gol negli scontri diretti contro Napoli e Inter che hanno portato sei punti ai rossoneri. In merito alla corsa scudetto, il centravanti francese, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, ha dichiarato: "L’Inter non è affondata e rimane un pericolo come il Napoli e la Juve. Siamo coscienti che lo scudetto sia alla portata, ma bisogna rimanere lucidi, umili, continuare a lavorare duro fino alla fine. Abbiamo solo delle finali da giocare, le affronteremo al 200 per cento per realizzare il nostro obiettivo che poi è anche un sogno: riportare al Milan lo scudetto, undici anni dopo l’ultimo. Lo scudetto è un altro sogno d’infanzia. È vero, da ragazzo seguivo molto l’Arsenal dei francesi, ma tifavo molto il Milan del mio giocatore preferito Shevchenko. Sarei davvero fiero di fare vincere il Milan come lui". 

IDOLO ZLATAN - Giroud non ha mai nascosto la sua ammirazione anche per Zlatan Ibrahimovic, suo idolo da giovane e ora suo compagno di squadra: "Gli ho raccontato che i miei amici mi regalarono la sua maglia del Barcellona. Ci ha riso un po’ su senza prendermi troppo in giro. Allora ero agli inizi e lui già al top. Mi piaceva per lo stile e la personalità in campo. Sono fiero di poterci lavorare insieme, imparare ogni giorno anche da lui. E’ quasi un fratello maggiore e un elemento molto importante per tutti". 

VOGLIA DI MILAN - Sul suo futuro, il numero 9 rossonero ha le idee piuttosto chiare: "Se voglio giocare fino a 40 anni come Ibra? Condividiamo la stessa voglia e determinazione di andare oltre i limiti e continuare a dare il nostro contributo. Non so se giocherò fino a quarant’anni, ma voglio rimanere al vertice finché il fisico me lo permette. Mentalmente sono già pronto. Al Milan sto bene, i tifosi mi hanno accolto benissimo, ho sfruttato al meglio questa opportunità ritagliandomi il mio spazio. E’ chiaro che sul medio periodo ho voglia di restare per un altro po’ al Milan".