Gigio dimostra di essere il vero fuoriclasse del Milan: una permanenza salvifica per i rossoneri

18.08.2019 12:00 di Matteo Calcagni Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Gigio dimostra di essere il vero fuoriclasse del Milan: una permanenza salvifica per i rossoneri

Che sia campionato o un'amichevole estiva, contro una squadra di due categorie differenti, Gigio Donnarumma conferma di essere sempre pronto e, soprattutto, di essere il vero fuoriclasse di questa squadra. Il grande intervento su colpo di testa ravvicinato di Butic, all'ottantaduesimo di Cesena-Milan, non fa scalpore o notizia, ma dimostra come il numero 99 sappia essere decisivo ed attento anche in serate dove la spina potrebbe facilmente scollegarsi.

FONDAMENTALE - Quando a giugno il PSG si è rifatto avanti per Donnarumma, non erano pochi quelli disposti al sacrificio, convinti che il portiere sia un ruolo importante ma non fondamentale. Senza Gigio il Milan avrebbe perso contro una squadra neopromossa in Serie C, una figuraccia che avrebbe risuonato a lungo, ma soprattutto avrebbe lasciato per strada tantissimi punti nel corso di tutta l'ultima stagione. E lo scivolone nel derby, per quanto clamoroso, non può bastare come elemento di contrasto a questa tesi.

PROVE DI RINNOVO - Donnarumma è un capitale crescente per il Milan, non è un giocatore con cui guadagnare una plusvalenza alta ma non stellare. Il mercato sta producendo valutazioni folli per tantissimi calciatori e Gigio, visti i suoi vent'anni, non ha nulla da invidiare a questi profili. Il club rossonero, se prima o poi vorrà cedere il suo gioiello, dovrà farlo soltanto per valutazioni vicine o superiori ai due zeri. E, in questo senso, il contratto in scadenza a giugno 2021 non deve spaventare: Donnarumma è felice al Milan, Elliott è una società in cui Raiola ha fiducia e le possibilità di trovare un accordo non sono affatto poche. Ora si attende solo il termine del calciomercato e poi potranno ricominciare le trattative per il prolungamento.