Il Milan e il problema del gol: la netta differenza tra il girone di andata e quello di ritorno (-34%!)

30.04.2021 12:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
Il Milan e il problema del gol: la netta differenza tra il girone di andata e quello di ritorno (-34%!)
MilanNews.it
© foto di PhotoViews

Fino a qualche settimana fa, il Milan era lanciatissimo verso la Champions League, anzi c'era chi ancora sperava addirittura nello scudetto, ma ora è cambiato tutto: la corsa per arrivare tra le prime quattro si è complicata parecchio, soprattutto dopo le ultime due sconfitte di fila contro Sassuolo e Lazio. Ma cosa c'è dietro al crollo dei rossoneri nel girone di ritorno?

POCHI GOL - Ovviamente non c'è un unico fattore, ma ce ne sono diversi: si parte da una condizione fisica precaria fino ad arrivare ai tanti infortuni che hanno colpito diversi giocatori del Milan. Tutto ciò ha portato ad un calo del rendimento di diversi singoli che fino a qualche mese fa volano sul campo. Eppure, i rossoneri continuano a far vedere un buon gioco, il problema (non è l'unico ovviamente) è che non concretizzano più come prima le tante occasioni da gol che creano. 

CONFRONTO - Basta vedere la differenza tra i gol fatti nelle prime 14 giornate del girone di andata e quelli fatti nelle stesse partite in quello di ritorno: dalle 32 nella prima parte del girone di andata, il numero di reti segnate dai rossoneri è infatti sceso a 21. Un calo evidente (il 34,375% in meno), dovuto anche alle tante partite saltate da Zlatan Ibrahimovic, che nel ritorno è andato in gol appena tre volte (nelle stesse gare dell'andata aveva siglato 11 gol). Per arrivare tra le prime quattro, il Milan ha un disperato bisogno del suo leader e soprattutto delle sue reti.