Milan, adesso si pensa al difensore: ecco perché Diallo farebbe al caso dei rossoneri

16.08.2022 20:00 di Filippo D'Angelo   vedi letture
Milan, adesso si pensa al difensore: ecco perché Diallo farebbe al caso dei rossoneri
MilanNews.it
© foto di

È passato il Ferragosto e con questo, si spera, la fase di stallo per il mercato del Milan. Messo a segno il colpo De Ketelaere, Maldini e Massara adesso dovranno chiudere il quadro regalando a Stefano Pioli un nuovo centrocampista ed un altro difensore centrale. E proprio per la retroguardia rossonera, il nome che è tornato nuovamente in voga è Abdou Diallo.

TERZINO O CENTRALE - Il difensore senegalese è ormai da tempo ai margini del progetto PSG, con cui non ha neanche preso parte alle tre gare finora disputate dai parigini tra Supercoppa e campionato. La panchina stanca, dunque il classe ’96 resta in attesa di una squadra che possa rilanciarlo al meglio. L’idea è tanto giusta quanto utile: Diallo è infatti un mancino forte fisicamente, versatile oltre che capace di ricoprire tanto il ruolo di difensore centrale quanto quello di terzino sinistro. Una doppia carta che in rosa, al momento, manca. Inoltre, l’ex Monaco è un profilo internazionale che ha già avuto modo di giocare più di venti partite in Champions League nel corso della propria carriera. Insomma, quel che il Milan ha messo nel mirino è un calciatore ideale per dare un’alternativa al centro a Stefano Pioli oltre che per far rifiatare Kalulu e Tomori all’occorrenza o magari Theo Hernandez.

SI PUNTA AL PRESTITO - Con un Kjaer che di certo non potrà rischiare troppo nel corso della stagione ed un Gabbia incerto, la scelta non farebbe una piega. Il nodo principale sull’asse Parigi-Milano è legato alla formula del trasferimento. Il Milan opterebbe per un prestito con diritto, ma il PSG vorrebbe liberarsi definitivamente di uno dei tanti esuberi puntando ad una cessione a titolo definitivo o quanto meno ad un prestito con obbligo di riscatto. Il tempo stringe ed il club di Via Aldo Rossi, con un calendario serrato e tre competizioni in agenda, dovrà chiudere il prima possibile un colpo decisivo per dare ancor più stabilità alla propria difesa.