Milan, De Ketelaere lancia il primo messaggio: in attesa della prima alla Scala del Calcio

07.08.2022 14:00 di Filippo D'Angelo   vedi letture
Milan, De Ketelaere lancia il primo messaggio: in attesa della prima alla Scala del Calcio
MilanNews.it
© foto di Antonio Vitiello

Si è chiuso con un 7-1 il programma delle amichevoli pre stagionali del Milan, che quest’oggi presso il centro sportivo di Milanello ha superato la Pergolettese. Arrivano dunque a sei le vittorie della formazione Campione d’Italia (Lemine Almenno; Colonia; Wolfsberger; Marsiglia; Vicenza; Pergolettese) che da luglio in poi ha ceduto il passo soltanto contro gli ungheresi dello ZTE.

PRIMA TRIPLETTA - Nell’incontro di questa mattina Stefano Pioli ha concesso minutaggio anche al nuovo arrivato Charles De Ketelaere, che nella sfida giocata ha porte chiuse ha realizzato una tripletta. Dopo l’ingresso di ieri in campo nel finale contro Vicenza, sul prato rossonero il classe 2001 si è preso la trequarti dal primo istante giocando fino al termine del primo tempo. Gli sono bastati solo quarantacinque minuti per fornire garanzie e gonfiare la rete a più riprese, confermando le proprie qualità in fase offensiva e soprattutto realizzativa. È pur sempre giusto considerare le differenze tecniche fra le due formazioni, dato che ci sono due campionati di mezzo fra Milan e Pergolettese, ma se questo è l’inizio…

PRIMA ALLA SCALA - Ciò che colpisce di più sembra la leggerezza con cui Charles De Ketelaere si sta prendendo il Milan. La concentrazione, la voglia di mettersi in mostra, l’intensità negli allenamenti, la ricerca di feeling con i proprio compagni, la qualità nel tocco di palla e adesso anche qualche rete sono solo alcuni dei punti a favore del giovane belga. L’importanza di avere a disposizione una carta del genere è vitale per i campioni d’Italia, che fra sei giorni saranno attesi dal primo ufficiale di una lunghissima serie previsto a San Siro contro l’Udinese. Non sarà soltanto la prima alla Scala del Calcio, una sfida in cui sarà vietato fallire, ma anche una vera occasione per il ragazzo venuto da Bruges. I segnali sono stati lanciati, i giorni passano ed il popolo rossonero è sempre più in trepidazione per il ritorno dei Campioni. L’attesa non fa che aumentare il desiderio, quella strana voglia di apprezzare il volto pulito di un ragazzo pronto a lasciar scorrere le parole e raccogliere le più pesanti eredità. Magari ripercorrendo i passi dei più grandi che hanno incantato San Siro e non solo indossando la maglia rossonera.